Saline di Cervia (foto di repertorio)

Firmato questa mattina, lunedì 12 aprile, al magazzino del sale l’atto che prolunga la concessione

Questa mattina, lunedì 12 aprile, è stato firmato a Cervia al magazzino del sale l’atto di integrazione che prolunga la concessione dell’area delle saline al Comune di Cervia fino al 2057. Un risultato storico, che permetterà di attuare una progettualità, che mira alla riqualificazione dell’intera area, come prodotto turistico spendibile a livello nazionale e internazionale.

Inoltre, il comune avrà anche la possibilità di potere coinvolgere e attirare risorse private e procedere col progetto del Masterplan delle Saline.

Dopo la lettura del documento che concede la proroga della concessione fra Comune di Cervia e Agenzia del Demanio, sono state apposte le firme da parte dell’arch. Daniela Poggiali, Dirigente del Settore Cultura, Servizi e Beni Comuni, tra cui il Demanio, e il dott. Guglielmo Senni, in qualità di Vice Segretario Generale facente funzione per il Comune di Cervia e dell’ing. Roberto Capuano Responsabile Servizi Territoriali Bologna 3 (competenze – Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini) per l’Agenzia del Demanio. Sono intervenuti il sindaco di Cervia Massimo Medri, l’Ing. Massimiliano Iannelli – Direttore Regionale dell’Agenzia del Demanio. In collegamento web Michele de Pascale, Presidente della Provincia di Ravenna e Andrea Corsini, Assessore a Mobilità e Trasporti, Infrastrutture, Turismo e Commercio, in rappresentanza della Regione Emilia – Romagna hanno espresso parole di ringraziamento, apprezzamento per lo sviluppo in essere dell’area e per il prolungamento della concessione che permetterà una ulteriore spinta al progetto di valorizzazione.

Da tempo l’Amministrazione comunale lavora per raggiungere questo obiettivo che offre una svolta importante alla storia e all’economia dell’area umida e del suo indotto.

La salina ha rischiato la chiusura totale negli anni ‘90 ma attraverso l’impegno del Comune il sostegno di tutta la città e la lungimiranza della Agenzia del Demanio è tornata a nuova vita attraverso lo sviluppo di un piano di valorizzazione dell’area che è andato in progressione fino alla realtà odierna che vede una rete di servizi che oltre a mantenimento e valorizzazione dell’area, offre un ventaglio di proposte ed esperienze turistiche molto apprezzate da parte del pubblico.

Stazione sud del Parco del delta del Po, zona di ripopolamento animale, area presente nella convenzione di RAMSAR, grazie al notevole lavoro della società Parco della Salina di Cervia, l’area umida è diventata un polo naturalistico attrezzato di grande pregio, visitato ogni anno da migliaia di persone che apprezzano la vita all’aria aperta, la natura e il turismo slow. Il suo sviluppo dopo questo importante passo è destinato a crescere ulteriormente.

Per rivedere l’evento : https://fb.watch/4Q1ENbfpBO/

Massimo Medri, sindaco di Cervia:

“Ringrazio di cuore tutti coloro che continuano a credere nel potenziale dell’area naturalistica cervese e che ci sostengono lungo questo importante percorso di crescita e valorizzazione del comparto saline: un luogo magico che riflette la nostra identità e che vogliamo innalzare a territorio di eccellenza non solo in ambito naturalistico ma anche dal punto di vista storico, culturale, ricreativo, turistico, enogastronomico. La concessione a lungo termine ci permetterà di investire in interventi importanti e in progetti strategici di ampio respiro e prospettive. Ora grazie alla proroga, attesa da tempo da tutta la città, potremo fare un salto di qualità puntando a far diventare il comparto Saline la “Camargue italiana” grazie anche al recupero degli immobili caratteristici e alla loro rigenerazione in luoghi di accoglienza, di studio di memoria.

Per raggiungere questo obbiettivo coinvolgeremo tutta la città, come già abbiamo fatto fino dal 1996 per scongiurare la chiusura delle nostre saline e per partire con un progetto di valorizzazione che nel corso degli anni, grazie al lavoro importante di un gruppo affiatato, ha portato evidenti e importanti risultati che oggi caratterizzano la nostra offerta turistica. Un risultato significativo che ha visto il lavoro del Parco della Salina ma anche di MUSA e del Gruppo Culturale Civiltà Salinara che si sono impegnati e continuano a farlo, nella diffusione e nella valorizzazione della cultura salinara.

Un grande ringraziamento all’Agenzia del Demanio che mostrando fiducia e lungimiranza ci permette di procedere lungo questo importante cammino, a Provincia e Regione che continuano a supportarci e a credere nel nostro sogno”

Massimiliano Iannelli, Direttore Regionale dell’Agenzia del Demanio:

Il Direttore Regionale dell’Agenzia del Demanio, Ing. Massimiliano Iannelli, sottolinea come la stipula dell’atto integrativo costituisca una conferma della collaborazione esistente da anni fra il demanio e l’amministrazione comunale.

L’affidamento in concessione delle Saline per un periodo di complessivi 50 anni, fortemente voluto dal Comune di Cervia, costituisce infatti condizione indispensabile per l’attuazione del recupero totale del comparto, considerato l’ingente impegno economico che l’ente locale dovrà sostenere per la realizzazione del programma. L’Agenzia del Demanio, nel consueto spirito di collaborazione istituzionale con gli enti locali, si è pertanto attivata con determinazione per il raggiungimento di questo importante obiettivo.

Un richiamo a questo spirito – prosegue l’Ing. Iannelli – è dato anche dalla individuazione, da parte del Comune, del Magazzino del Sale quale luogo destinato ad ospitarci per la stipula di oggi, a pochi passi dalle Officine del Sale che rappresenta uno dei primi esempi di successo del federalismo culturale, attuato in tempi brevissimi e che ha consentito di sottrarre il bene pubblico al degrado, valorizzandolo e destinandolo a nuove funzioni.

Andrea Corsini,  Assessore a Mobilità e Trasporti, Infrastrutture, Turismo e Commercio della Regione Emilia Romagna:

“La concessione di cinquant’anni delle Saline e’ un passo molto importante che Cervia aspettava da vent’anni. Finalmente abbiamo raggiunto questo obiettivo grazie ad un lavoro comune, e da oggi si potrà riqualificare questo comparto in un vero e proprio prodotti turistico. La firma della concessione permetterà alle nostre Saline di vivere una nuova vita, di recuperare le strutture industriali storiche ormai ferme da anni e che rischiavano di essere irrecuperabili . Da oggi parte un nuovo capitolo per Cervia, un capitolo dove le Saline assumeranno un ruolo ancora più importante anche per il settore turistico e per aumentare l’attrattività’ del territorio, cosa molto importante nella fase di ripartenza posto pandemia.”

 Michele De Pascale, Presidente della Provincia di Ravenna:

“Siamo davanti ad una svolta storica per le Saline di Cervia. Il prolungamento della concessione demaniale fino al 2057 aprirà a nuove importanti prospettive di sviluppo e promozione di uno dei tesori più preziosi del nostro territorio. Questa proroga ci mette nelle condizioni di avviare una progettualità di visione più a lungo termine, nell’ottica di una valorizzazione dell’intero comparto delle Saline sotto ogni punto di vista, ambientale, storico, divulgativo e turistico.

Un grande traguardo per il quale ringrazio l’Agenzia del Demanio, l’ex vice ministro Misiani il Comune di Cervia e tutta la comunità cervese, per la quale le Saline sono un vero e proprio luogo del cuore.”