Porte vinciane

Cervia. La riapertura del porto canale alla navigazione è prevista per fine maggio.

Nella mattina del 30 aprile sarà effettuata una manutenzione ordinaria del ponte mobile.

Nelle giornate del 4 e 5 maggio verranno poste in opera le nuove “porte vinciane” all’interno del porto canale.

Le porte arriveranno il 4 maggio su trasporto eccezionale e verranno montate nello stesso giorno e in quello successivo con occupazione del tratto di via Nazario Sauro più prossimo al ponte mobile. Per consentire questa attività, sarà necessaria l’interruzione della circolazione su via Nazario Sauro, nel tratto compreso tra il ponte mobile e via Gervasi.

Seguiranno le attività accessorie al montaggio anche nell’area di cantiere sul Piazzale dei Salinari e pertanto, nella giornata del 6 maggio non si potrà allestire il mercato in quell’area che verrà liberata per il successivo mercato del 13 maggio.

La riapertura del porto canale alla navigazione è prevista per fine maggio.

Nelle giornate del 27 e 28 maggio, è previsto infatti lo smontaggio dei panconi di sbarramento.

Anche per questa attività sarà necessario interrompere il traffico, questa volta su via Parini, nel tratto compreso tra il Ponte mobile e via Oriani.

Le Porte Vinciane scheda

Le “porte” costruite nel 1997 nel Portocanale, in prossimità del ponte San Michele, costituiscono una importante struttura di difesa dell’abitato dalle mareggiate e necessitano di un intervento radicale di ammodernamento.

L’intervento riguarda non solo le porte, ma tutta la struttura costituita da più componenti come gli impianti elettrici, idraulici, meccanici e di telecontrollo.

Per la realizzazione dell’intervento è necessario “mettere a secco” il tratto di Portocanale interessato, tramite la realizzazione di due sbarramenti e il prosciugamento dell’area compresa tra questi.

Il flusso delle acque provenienti dai bacini delle saline e dagli impianti fognari, posti a monte dello sbarramento, è garantito dal sistema di pompe by pass esistente che, al termine dei lavori sarà sostituito da un sistema di pompe più performante, costruito direttamente a bordo delle nuove porte.

L’importante opera di difesa, progettata dall’ing. Santi Erminio Romagnolo, avrà il costo complessivo di € 950.000 ed è finanziata interamente con fondi dell’Amministrazione comunale.

La ditta aggiudicataria dell’appalto è la Lasa F.Lli Nata di Cantarana di Cona (VE).