Un momento dell'incontro

Al Museo del Risorgimento e dell’Età contemporanea di Faenza

Il progetto “un mondo letterario”, dell’Associazione Cuore e Territorio prosegue il suo viaggio letterario e fa tappa a Palazzo Laderchi, importante edificio legato alle molteplici vicende di uno dei più antichi casati faentini. Ad attendere, presso il Museo del Risorgimento e dell’Età contemporanea di Faenza, i delegati Massimiliano Rizzardi, Marcello Iervolino e Anna Redavid, il Direttore del Museo Aldo Ghetti, spiega l’associazione in una nota. Un “tuffo” nelle pregiate collezioni dall’età napoleonica all’Unità d’Italia: stampe, fotografie, dipinti, proclami, locandine, armi, bandiere, uniformi e cimeli vari si è passati nel salone delle feste o “Galleria di Psiche” dove vi sono esposti bandi, editti, documenti e ritratti a partire dal 1794 fino a Papa Pio VII. “In questa meravigliosa cornice di storia e cultura – riferisce il Presidente Giovanni Morgese – sono stati donati al Museo, un consistente numero di libri storici messi a disposizione da una moltitudine di cittadini Ravennati che da sempre dimostra di aderire con passione alle iniziative di Cuore e Territorio. Invitiamo tutti a ritornare presso il Museo, noi di Cuore lo faremo presto in una visita guidata, perché la cultura è nutrimento per il Cuore e medicina per l’anima”.