Cartello che segnala il divieto di balneazione (foto di repertorio)

Il provvedimento entrerà in vigore il 29 maggio e scadrà il 30 settembre

Come ogni anno, in ottemperanza alla normativa vigente è stata emanata un’ordinanza comunale – quest’anno in vigore dal 29 maggio al 30 settembre – che vieta, in via preventiva, la balneazione. I motivi che hanno influenzato questa scelta sono igienico–sanitari, di sicurezza e vincoli di conservazione. I tratti di costa del territorio comunale interessati da questo provvedimento sono foci di corpi idrici superficiali e porti–canali, quali l’area militare poligono della foce Reno e le aree foce della canale Destra Reno, la foce del fiume Lamone, il porto canale di Ravenna, la foce dei Fiumi Uniti, la foce del Bevano, e la foce del fiume Savio.

La stessa ordinanza ricorda, inoltre, il divieto di balneazione relativo a tutte le acque dolci.

Infine, fino al 15 luglio, per motivi legati a vincolo paesaggistico, il divieto di balneazione è in vigore nelle aree Bassona – nord foce Bevano e Bassona – sud foce Bevano.