l’avvocato è rimasto vittima di un incidente stradale avvenuto ieri sera in città

“Questa notte, mentre rientravo da Ravenna –dichiara il sindaco -, ho ricevuto una notizia che non avrei mai voluto ricevere. Giovanni Corelli Grappadelli ci ha lasciati, vittima di un incidente stradale. Avevo visto Giovanni Lunedì per ragioni professionali, sempre arzillo e dinamico.
Giovanni Corelli è stato un avvocato stimato amante della sua professione, del diritto e della vita che ha sempre condotto con quel tratto edonistico tipico di chi sa fondere autorevolezza e gioia di vivere. Amava l’arte, in particolare quella contemporanea, collezionista attento e competente faceva prevalere il gusto per la bellezza alla spiegazione accademica. Fu un uomo colto ed animato da un autentico amore per la nostra città, amore che fu secondo solo a quello di sua figlia Benedetta a cui, dopo la scomparsa, fece costruire in sua memoria l’Hospice di Lugo.

Mi legava a lui una simpatia umana – prosegue Davide Ranalli – nata durante qualche cena a casa di amici e poi, successivamente, dalla collaborazione per organizzare una bellissima mostra a Lugo. Giovanni Corelli Grappadelli ha rappresentato il meglio dell’alta borghesia lughese quella che non si è mia piegata al tempo della mediocrità, che non hai mai scambiato l’essere con l’apparire e, anche per questo, da oggi la sua figura, il suo portamento e il suo sorriso mi mancheranno.”