(Foto Shutterstock.com)

L’uomo era ricercato e alla vista dei militari ha tentato la fuga

I Carabinieri della Compagnia di Cervia – Milano Marittima hanno arrestato un cittadino di nazionalità algerina di circa cinquant’anni.

In particolare, nella serata di ieri, i militari dell’aliquota radiomobile hanno riconosciuto l’uomo, ricercato dal 2020, nei pressi della pineta, in località Pinarella. L’arrestato, alla vista dei carabinieri, ha tentato una fuga all’interno dell’area verde venendo raggiunto poco dopo dagli stessi carabinieri.

Tradotto in caserma è stato condotto presso il carcere di Ravenna ove dovrà scontare la pena di anni due di reclusione in quanto era stato condannato nel 2012 per una calunnia nei confronti del personale appartenente all’Arma dei Carabinieri. La condanna era stata confermata dalla Corte di Appello di Bologna nel 2017.

Nel 2020 la Procura aveva emesso l’ordine di carcerazione, data l’impossibilità per il pregiudicato di poter accedere a misure alternative. L’algerino, il quale in passato aveva utilizzato un altro nome e altra nazionalità per sfuggire ai controlli, nel frattempo era sparito sottraendosi alla cattura.

Ieri l’epilogo. La pineta, a volte utilizzata per nascondersi e compiere atti illeciti non è stata d’aiuto all’arrestato. I carabinieri, che ben conoscevano quel pregiudicato per i suoi trascorsi, lo hanno raggiunto immediatamente e arrestato.