(Shutterstock.com)

Decisione del gup del tribunale di Ragusa in quanto “il fatto non sussiste”

Nel pomeriggio di venerdì 9 luglio 2021, il gup del tribunale di Ragusa Fabrizio Cingolani, ha assolto Giuseppe Musca, il figlio Nicola Musca e la moglie Susi Ghiselli dall’accusa di bancarotta fraudolenta in quanto “il fatto non sussiste”.

A darne notizia Il Resto del Carlino in edicola oggi.

A marzo 2021 furono chiesti 8 anni per Giuseppe, due anni per il figlio Nicola e, infine, rinvio a giudizio per la moglie di Giuseppe e socia nell’attività.