I Giudici della corte di Bologna hanno rovesciato lo scorso 1 giugno la precedente condanna in primo grado

Era stato assolto lo scorso 1 giugno nel processo d’Appello per il crac Ravenna Calcio, assieme agli altri due imputati, il figlio Flavio e per l’ex presidente Antonio Ciriello, l’ex patron giallorosso Gianni Fabbri. Ora, come riportato dalle pagine de Il Resto del Carlino di ieri, domenica 18 luglio, la corte d’appello di Bologna ha depositato le motivazioni della sentenza, che ha rovesciato la precedente condanna in primo grado.

Secondo i Giudici il Ravenna Calcio fallì “senza un piano doloso” e nelle 24 pagine di motivazione le accuse vengono definite “non supportate da alcuna prova”.