Sono due i progetti finanziati che consentiranno l’acquisto di nuovo materiale

La Polizia Locale della Bassa Romagna si è aggiudicata nuovi contributi regionali per 98.336 euro con due progetti: “Favorire la semplificazione con la prossimità: la Polizia Locale – un riferimento mobile e dinamico per tutta la comunità” e “Innovazione e management: una relazione virtuosa e vincente” (primo posto nella graduatoria regionale).

I contributi sono previsti dalla Legge regionale 24/2003. Per il 2021 la Regione Emilia-Romagna ha predisposto due distinti bandi, il primo per la qualificazione dei corpi e dei servizi di PL delle Unioni di Comuni (il bando a cui ha partecipato la PL della Bassa Romagna e che ha visto l’assegnazione dei contributi) e il secondo per la realizzazione di progetti sperimentali di innovazione.

Con la concessione dei contributi del 2021 il Comando procederà all’acquisto di un veicolo adibito a ufficio mobile, dotato anche di pedane per l’accesso agevolato alle persone con difficoltà deambulatorie, di materiale tecnico e informatico per la gestione delle pratiche di polizia di prossimità e di emergenza; all’adeguamento dell’hardware per il foto-segnalamento; all’avvio di sessioni di supporto psicologico per il personale utili alla gestione di eventi traumatizzanti; all’implementazione della dotazione tecnologica personale degli operatori, mediante l’acquisto di strumentazione digitale di vario tipo, per aumentare la possibilità di svolgere le attività in modalità esclusivamente digitale; all’acquisto di software adeguati per la gestione di procedure esclusivamente informatizzate e relativi percorsi di formazione.

Dal 2015 a oggi, la partecipazione a sette bandi regionali ha portato all’assegnazione di 242.343,37 euro, che hanno permesso l’acquisto di strumentazioni di lavoro efficienti e tecnologicamente avanzate, molte delle quali finalizzate alla sicurezza degli operatori, all’aumento della sicurezza urbana e della sua percezione da parte dei cittadini; la realizzazione di interventi per aumentare la presenza della Polizia Locale sul territorio e la vicinanza ai cittadini anche nelle zone più decentrate; la realizzazione di interventi formativi per qualificare il servizio affinché sia sempre più prossimo al cittadino, aumentando le abilità di ascolto e problem solving del personale
Un ulteriore risultato perseguito dalla Polizia Locale della Bassa Romagna, grazie alla concessione dei contributi regionali è stato il graduale percorso verso una completa digitalizzazione delle attività del comando, sia esterne, sia interne

“La qualità dei nostri progetti è riconosciuta e apprezzata a livello regionale e permette di valorizzare nel miglior modo possibile l’operato degli agenti del nostro corpo unico di Polizia Locale, guidato dalla comandante Paola Neri – dichiara Daniele Bassi, sindaco referente alla Polizia Locale e Sicurezza dell’Unione della Bassa Romagna -. Tutto ciò permette di creare condizioni agevoli e favorevoli a ogni operatore per esprimere le proprie potenzialità, all’interno di un gioco di squadra sempre più adeguato alle esigenze che cittadini, famiglie e imprese ci rappresentano quotidianamente”.