Manette (Immagine di repertorio)
Manette (Immagine di repertorio)

Il 23enne voleva formalizzare la richiesta di conversione del suo permesso di soggiorno da “casi speciali” a “lavoro subordinato”

La Polizia di Stato ha arrestato un 23enne, cittadino della Guinea Bissau, per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

Nella tarda mattinata del 31 agosto il 23enne si è presentato presso il Commissariato P.S. di Faenza per formalizzare la richiesta di conversione del suo permesso di soggiorno da “casi speciali” a “lavoro subordinato”, presentando però un passaporto che ingenerava dubbi sulla sua autenticità.

Gli accertamenti ulteriori effettuati dai poliziotti del Commissariato, grazie anche all’ausilio della Sezione Falso Documentale della Polizia Locale di Ravenna, hanno confermato che il documento era stato falsificato.

Pertanto l’uomo è stato arrestato per il reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e, inseguito alla convalida dell’arresto, non essendo state ravvisate esigenze cautelari, rimesso in libertà.