Deposte corone nella chiesa del Suffragio e ai monumenti di Cotignola e Barbiano

Nella mattinata di giovedì 4 novembre a Cotignola si è tenuta la commemorazione ai caduti di tutte le guerre. Il corteo, partito da piazza Vittorio Emanuele II, ha raggiunto la chiesa del Suffragio, dove sono state deposte due corone presso il lapidario; successivamente sono state deposte le corone presso il monumento ai caduti all’interno della scuola primaria “Angeli del Senio” di Cotignola e al parco dei caduti di Barbiano.

Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco di Cotignola Luca Piovaccari, il parroco don Stefano Vecchi, i carabinieri della stazione di Cotignola, la Polizia locale della Bassa Romagna, il gruppo Alpini di Cotignola che ha eseguito la cerimonia dell’alzabandiera e onore ai caduti, il gruppo di Cotignola di Protezione civile, il dirigente scolastico Paolo Taroni e le classi Quinte delle scuole primarie di Cotignola e Barbiano.

Prima di queste celebrazioni, nel corso della seduta del 28 ottobre il Consiglio comunale di Cotignola ha riconosciuto la cittadinanza onoraria al Milite ignoto, accogliendo l’appello dell’Anci e di diverse associazioni d’arma nel primo centenario della deposizione del Milite ignoto al sacello dell’Altare della patria.

“È stato molto bello tornare a condividere queste celebrazioni insieme ai ragazzi delle nostre scuole – ha dichiarato il sindaco Luca Piovaccari -. È fondamentale che soprattutto le nuove generazioni comprendano il significato di questi momenti e si sentano investiti della responsabilità di continuare a difendere e preservare i valori per cui tante persone hanno dato la vita e che sono alla basa della nostra costituzione: libertà, uguaglianza, pace e solidarietà”.