(Shutterstock.com)

Tante associazioni in piazza alle ore 17 nel segno di uguaglianza, inclusione e rispetto

Manifestazione contro l’affossamento del DDL Zan domani, sabato 6 novembre, alle ore 17, in piazza Kennedy a Ravenna. Tante le associazioni che hanno aderito e che stanno aderendo all’iniziativa, lanciata da Arcigay Ravenna.

Il Presidente, Ciro Di Maio, presenta così le ragioni della protesta: “Il 27 ottobre la gran parte di senatori e senatrici ha affossato il DDL Zan utilizzando il voto segreto, con questo ennesimo atto di violenza istituzionale contro le persone marginalizzate. Una legge già frutto di compromessi, ma che poteva essere uno spiraglio verso l’avvicinamento ad una società più giusta, verso una più ampia tutela dei diritti di coloro che quotidianamente subiscono discriminazioni e violenze misogine, abiliste e omotransfobiche. Moltissime persone si sono sentite tradite, scoraggiate, umiliate! Ravenna vuole mostrare alla politica che la società civile è stanca di rimanere in silenzio, che Ravenna R-Esiste. Ravenna vuole mostrare che trova vergognoso esultare per l’affossamento di una legge che tutela le vite. Ci saremo con i nostri volti, nom, corpi e le nostre storie perchè non ci nascondiamo di fronte alla segretezza di un voto, ma rivendichiamo il nostro spazio”.

“Noi ESISTIAMO e RESISTIAMO, e vogliamo farlo sapere”, conclude Di Maio. Le adesioni sono in corso di aggiornamento, le realtà che ad oggi hanno aderito ed organizzano la manifestazione sono (in ordine di arrivo delle adesioni): Arcigay Ravenna Elio Venturi, Movimento Consumatori Ravenna APS, Linea Rosa, Radicali, Più Europa Ravenna, CGIL Ravenna, Circolo Arci Dock61, Coraggiosa Ravenna, Arci Provinciale Ravenna, Giovani Democratici, Partito Democratico Ravenna, Amnesty International, Movimento 5 Stelle Ravenna, Affetti Oltre il Genere, Sinistra Italiana Ravenna, Partito Socialista Italiano, Partito Socialista Ravenna, Famiglie Arcobaleno, CNAI di Ravenna, Libera Ravenna, SoConfussa Staff, Articolo Uno Ravenna, Femminile Maschile Plurale, AICS Emilia Romagna, Agedo Rimini e Cesena – Per la Romagna, Casa delle Donne Ravenna, ANPI Ravenna.