Nuovo Sindacato Carabinieri

Il Segretario Generale interviene a proposito di un video col simbolo anarchico ed il noto acronimo offensivo per le Forze dell’Ordine

Nsc. “Questa Segreteria Regionale – esordisce il Segretario Generale Morgese -, non può rimanere inerme davanti al post della delegata ai quartieri del sindaco di Bologna, che ricoprendo un ruolo istituzionale di così importante rilievo ha pensato bene su Instagram di postare per 24 ore, nella zona ‘storia’, un video col simbolo anarchico ed il noto acronimo offensivo per tutte le Forze di Polizia. Sorvolando, ma sempre memori e riconoscenti agli innumerevoli caduti, dal dopoguerra ad oggi, che hanno sacrificato la loro vita per la sicurezza di questa città e dei suoi cittadini e di cui ormai è consolidato il legame ancor più forte con tutti gli appartenenti alle FFPP, ma ancor di più coi Comandanti di Stazione che abbracciano sempre con la loro esperienza ed i loro consigli il Cittadino che bussa alla porta della Caserma, è altresì deludente – prosegue Morgese – vedere invece il rappresentante di questi pubblicare un’icona dell’insulto alle FFPP. Le scuse della delegata in realtà non leniscono un dolore perché rivelatrici – secondo Morgese – di un pensiero nascosto e profondamente radicato. No, è opportuno che il Sindaco prenda chiaramente le distanze da questa ‘Giano Bifronte’ che non può rappresentare – continua il Segretario Generale – un Sindaco alle cerimonie dei nostri Caduti, cosa che se accadesse sarebbe una offesa senza pari, ed allo stesso modo il Sindaco Lepore non può permettersi di essere associato ad una tale persona. Abbiamo il supporto e la solidarietà della gente, siamo sicuri di avere quello del Sindaco e di tutto il consiglio  Comunale, non siamo sicuri di averlo da qualche delegato di questo. Anche noi, oltre a dare sicurezza la vogliamo, ed ora ci pare di non averla e – conclude Morgese – valuteremo se agire nelle sedi istituzionali e giurisdizionali”.