The Social Drawing la mostra di Gianluca Costantini

Le parole del sindaco Michele de Pascale: “Felici per la scarcerazione di Zaky, ma ancora preoccupati per il processo”

Nella giornata di ieri, martedì 7 dicembre 2021, si è tenuto al Cairo in Egitto il processo durante il quale Patrick Zaky è stato scarcerato, ma non assolto. In occasione del processo è stata inaugurata alla niArt Gallery di Ravenna The Social Drawing una mostra di Gianluca Costantini, artista e attivista che ha accompagnato con i sui disegni i venti mesi della sua prigionia.

Gianluca Costantini è un artista attivista che da anni combatte le sue battaglie attraverso il disegno. Accusato di terrorismo dal governo turco, ha indignato molti lettori francesi per un breve fumetto sulla storia dei terroristi di “Charlie Hebdo”. Collabora attivamente con le organizzazioni ActionAid, Amnesty, Cesvi, ARCI e Emergency. I suoi disegni sono diventati il racconto del HRW Film Festival di Londra e Toronto, del FIFDH Festival dei diritti umani di Ginevra, Del Festival dei Diritti umani di Milano e del Festival di Internazionale a Ferrara.

Dal 2016 al 2019 ha accompagnato con i disegni le attività di DiEM25 Democracy in Europe Movement 2025 il movimento fondato da Yanis Varoufakis e collabora attivamente on-line con l’artista Ai Weiwei.

Nel 2017 è stato candidato al European Citizenship Awards. Nel 2019 ha ricevuto il premio “Arte e diritti umani” di Amnesty International.

Ha Pubblicato storie a fumetti su “Internazionale”, “Pagina99”, “D la Repubblica”, “Narcomafie” “Relazioni” e “Corriere della Sera” in Italia, su “LeMan” in Turchia, sul “Courrier International” e “Le Monde Diplomatique” in Francia, su “World War Illustrated” negli Stati Uniti. Collabora con i portali di informazione americani CNN, Words Without Borders e Muftah Magazine, con l’inglese The New Arab e l’olandese Drawing the Times, in Italia con ilPOST, Focus e Graphic News.

Ha pubblicato illustrazioni su “Domani”, “Il Foglio”, “Focus Africa”, “Left” “Weltzit” di Deutsche Welle, “Wendepunk.T in Germania, “A Batalha” in Portogallo, “komplike” in Turchia, “Mekong Review” in Australia, “Voice & Verse” ad Hong Kong.

I suoi ultimi libri sono Libia per Mondadori, Fedele alla linea, Diario segreto di Pasolini, Pertini fra le nuvole, Arrivederci Berlinguer, Cena con Gramsci, Julian Assange dall’etica hacker a Wikileaks per le Edizioni Becco Giallo e Cattive abitudini, L’ammaestratore di Istanbul e Bronson Drawings per GIUDA edizioni, Officina del macello per Eris Edizioni e per NdA ha pubblicato Le cicatrici tra i miei denti.

Le parole del sindaco Michele de Pascale

Appresa la notizia della scarcerazione di Patrick Zaky, il sindaco Michele de Pascale parla di “un risultato che tutti ci auguravamo e aspettavamo con ansia, ma che lascia immutata la preoccupazione per il proseguimento del processo. Penso siano stati importanti questi due anni di mobilitazione fianco a fianco delle istituzioni, con Università e Comuni, con la società civile, con intellettuali ed artisti direttamente impegnati.

Ora comunque il processo va avanti e la vicenda di Patrick, aggiunge il sindaco, “ci deve essere da monito per continuare a combattere contro le violazioni dei diritti umani che continuano ad essere perpetrate in molti luoghi del mondo”.

A proposito della mostra il sindaco afferma che: “con la straordinaria potenza comunicativa espressa dai suoi disegni ha contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prigionia del giovane studente egiziano”.