I Carabinieri davanti al bar in piazza Baracca in cui è stato accoltellato alla gola un uomo

Oltre al recente accoltellamento altri casi di cronaca riportati dal capogruppo di Lista per Ravenna – Polo civico popolare

Il capogruppo di Lista per Ravenna – Polo civico popolare, Alvaro Ancisi, torna all’attacco sulla situazione di piazza Baracca, dopo il caso dell’accoltellamento avvenuto lo scorso 4 dicembre, quando “un 38enne di origini albanesi è stato accoltellato alla gola da un 55enne pugliese con cui stava litigando; è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale civile con codice di massima gravità, solo tre giorni fa è stato dichiarato fuori pericolo. L’aggressore è stato trovato dalla forza pubblica in Puglia, dov’era nascosto, e tradotto in carcere

Ancisi riporta una serie di altri fatti di cronaca avvenuti nella zona:

“Il 13 dicembre, il titolare del chiosco di piadina posto nella stessa piazza Baracca tra il parcheggio automatizzato e il marciapiedi retrostante, ha presentato ai Carabinieri di via Pertini una denuncia verbalizzando tra l’altro, oltre ai danni subiti, i fatti seguenti. L’11 dicembre 2021, circa sulle 23.00, degli ignoti, dopo avere forzato i ganci di chiusura e le cerniere della porta centrale, si sono introdotti all’interno della veranda del chiosco. Una volta entrati, hanno consumato delle bevande e del cibo utilizzando il tavolo e gli sgabelli posti nella veranda. Tra le tracce lasciate, sono stati notati mozziconi di sigarette artigianali e resti di cartine e filtri. In piazza Baracca, c’è una telecamera del Comune di Ravenna sempre attiva. Aggiungo che qualcuno presente sul posto ha prodotto la foto di un giovane che la stessa sera, alle 23.15, orinava all’aperto su una parete del chiosco.

Il 20 ottobre 2020, una petizione di cittadini rivolta al prefetto ha denunciato come segue la situazione di degrado in cui versa piazza Baracca, chiedendo interventi urgenti riparatori: “Alla riqualificazione del parcheggio da parte dell’Amministrazione comunale, avvenuta ormai oltre tre anni fa, non ha fatto seguito il riordino complessivo della zona, in particolare del marciapiedi “alla francese”, su cui al contrario è stato accatastato ogni tipo di bene e servizio. Da tempo, dal tardo pomeriggio fino a notte, il marciapiede su cui sono collocate le panchine è diventato un luogo di aggregazione per persone che disturbano e si comportano in maniera incivile, creando seri problemi ai residenti e più in generale alla quiete del luogo. Le ripetute segnalazioni agli assessori competenti e al comandante della Polizia Municipale non hanno ricevuto opportuna risposta”.

Il 13 maggio 2021, ho rivolto al sindaco, con un’interrogazione sui ‘Problemi di ordine pubblico sul lato nascosto di piazza Baracca’ (https://www.comune.ra.it/il-comune/consiglio-comunale/gruppi-consiliari/archivi-vecchie-legislature/gruppi-consiliari-legislatura-2016-2021/gruppo-consiliare-lista-per-ravenna/interrogazioni-mozioni-e-ordini-del-giorno-presentati/problemi-di-ordine-pubblico-sul-lato-nascosto-di-piazza-baracca/), un dossier ampiamente argomentato, corredato di foto, chiedendogli infine: ‘a) se non ritiene giunta l’ora di spostare il chiosco di piadina, mezzo secolo dopo l’improvvida attuale collocazione in piazza Baracca, contestata già allora, ma tanto più disdicevole oggi per la copertura che offre suo malgrado ad uno spazio urbano in preda al disdoro ed alla malvivenza, essendo utile allo scopo acquisire da un lato, tramite la polizia locale, ogni documentazione sul degrado dell’ordine pubblico, e dall’altro l’ovvio gradimento al trasferimento da parte del titolare dell’attività; b) se non ritiene altrettanto doveroso attuare un progetto di completa riqualificazione del comparto piazza Baracca/Porta Adriana‘.

Non essendosi mosso nulla da allora, preso atto dell’ulteriore precipitare della situazione, torno alla carica chiedendo se, da parte della Giunta comunale, dopo la precedente interrogazione,  si intende affrontare risolutamente e organicamente il problema del risanamento e della riqualificazione di piazza Baracca, storico campo d’ingresso e biglietto da visita della città di Ravenna”.