I funerali di Pietro Crementi

Si sono tenuti questa mattina nel Duomo di Faenza i funerali di Pietro Crementi, l’anima dell’ultramaratona del Passatore

Tanta gente questa mattina per l’ultimo saluto a Pirì, Pietro Crementi co-fondatore della Società del Passatore, associazione nata negli anni ’70 per la promozione del territorio e della 100 Km del Passatore, morto domenica mattina all’età di 90 anni. La celebrazione della messa si è tenuta nel duomo dove in tanti si sono ritrovati per l’ultimo saluto. La messa è stata celebrata da don Luca Ravagli, sacerdote che da anni corre proprio la 100 Km. Tra i tanti faentini che hanno voluto tributare l’ultimo saluto il sindaco di Faenza, Massimo Isola, l’assessore allo sport, Martina Laghi e con loro gli ex sindaci, Giovanni Malpezzi, Claudio Casadio, l’ex Questore della Camera, Gabriele Albonetti, la consigliera Manuela Rontini, il presidente del Consiglio, Niccolò Bosi, l’ex vicesindaco e collaboratore proprio nella 100 Km, Elio Ferri e poi i tanti che negli anni lo hanno affiancato nell’organizzazione, come Elio Pezzi, ex Capo di Gabinetto del Comune di Faenza e per anni nella segreteria della corsa. Dopo la celebrazione della messa il sindaco Isola ha tenuta una orazione funebre, tratteggiando la figura di Pirì, definito “un grande costruttore”. Dopo di lui hanno preso la parola il presidente della società sportiva, Giordano Zinzani che ha sottolineato quanto “Pirì fosse la 100 Km e fino all’ultimo ha partecipato alle riunioni per l’edizione del 2022”. A seguire sono intervenuti il nipote, figlio del fratello Mario e un amico, Gabriele Longanesi. Alla fine della celebrazione tantissime persone si sono strette alla moglie di Pirì, la sua compagna di sempre, Tatiana Kitrova, anche lei una delle figure chiave della corsa. Come aveva chiesto lo stesso Pirì in una lettera, il feretro è stato accompagnato a piedi fino al cimitero dell’Osservanza. Al centro della piazza del Popolo, in prossimità del luogo dove ogni anno viene sistemato l’arrivo della 100 Km, il corteo si è fermato per un lungo applauso prima di ripartire.