La seduta si è svolta in presenza ma senza pubblico ed è visibile ora sul canale YouTube del Comune

Nella seduta di giovedì 23 dicembre sono stati presentati in Consiglio comunale il Bilancio di Previsione 2022-2024 e l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (Dup) del Comune di Bagnacavallo.

La seduta si è svolta in presenza ma senza pubblico ed è visibile ora sul canale YouTube del Comune.

«Si tratta di un bilancio importante perché segna il superamento di metà mandato e delinea la programmazione del prossimo e ultimo triennio.
Veniamo da due anni difficili – ricorda l’assessore al Bilancio Simone Venieri – nei quali abbiamo gestito la situazione emergenziale legata alla pandemia con uno sforzo che continua tuttora, cercando allo stesso tempo di portare avanti il programma di mandato e di mantenere gli impegni assunti, soprattutto sul fronte degli investimenti.
In questi anni, fin da chi ci ha preceduto, è stato fatto un accurato lavoro di accantonamento per far fronte al grande investimento relativo al sottopasso con la nuova bretella per il superamento del passaggio a livello, riuscendo nel contempo a non ipotecare gli esercizi futuri per i quali anzi sono state accantonate ulteriori risorse per mettere in sicurezza il bilancio anche per gli anni successivi al triennio 2022-24.
Non era un risultato – osserva l’assessore – per nulla scontato: senza intaccare in alcun modo i servizi offerti e, anzi, dovendo incrementarli per tutto ciò che l’emergenza sanitaria ha determinato (certo anche con l’aiuto di importanti fondi statali), siamo riusciti a dirottare ogni risorsa, compresi tutti gli avanzi di parte corrente, sugli investimenti, incrementando anzi il piano triennale delle opere pubbliche e mettendo in cantiere numerose opere.»

Oltre ai numerosi investimenti già conclusi, alcuni importanti interventi pubblici sono attualmente in corso di esecuzione: il secondo stralcio dei lavori di recupero di Palazzo Abbondanza per la realizzazione di sei alloggi Ers, l’ultima parte della riqualificazione energetica del Teatro Goldoni, la messa in sicurezza della viabilità stradale e ciclo-pedonale.
Altre opere sono in fase di imminente avvio già a partire dai primi mesi del 2022: il terzo lotto di lavori idraulici e la recinzione dell’area Redino, gli interventi per la riqualificazione dei parchi, l’ampliamento dei loculi del cimitero di Bagnacavallo, un nuovo stralcio di opere per l’ex Mercato coperto, il campo da basket di Parco Togliatti.
Ulteriori investimenti sono poi in fase avanzata di progettazione e partiranno nel corso dell’anno: il recupero dell’ex casa del custode del complesso delle Cappuccine, il secondo lotto dei lavori di miglioramento sismico e di copertura delle scuole elementari di Bagnacavallo, i ripristini straordinari stradali con nuove asfaltature, la riqualificazione della Piastra polivalente di via Togliatti, un nuovo lotto di interventi per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, l’ultimo lotto per la laminazione dell’area Redino, interventi di ulteriori manutenzioni straordinarie di alcuni cimiteri.
«Si tratta di un’ingente mole di opere – fa notare l’assessore ai Lavori pubblici Vilio Folicaldi – che oltretutto sarà in grado anche di generare un indotto economico e in termini di lavoro per le imprese del nostro territorio. Stiamo parlando infatti di un piano triennale degli investimenti che, sottopasso a parte, quota circa 13 milioni di euro.
A quanto sopra elencato si somma infatti (e lo si vede già in parte anche nel piano presentato) un lavoro, ora più che mai significativo – conclude l’assessore – legato alla predisposizione e alla presentazione di progetti per partecipare ai numerosi bandi regionali, nazionali ed europei.»

«Pur se dettata da una situazione che mai avremmo voluto dover affrontare, siamo in una fase fondamentale per gli enti locali – spiega la sindaca Eleonora Proni – coinvolti a pieno titolo nel Pnrr con l’obiettivo di investire tempo e risorse sul miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini.
L’emergenza che abbiamo vissuto e che stiamo ancora vivendo ci ha fatto guardare il nostro territorio con occhi nuovi. Abbiamo riscoperto il valore della prossimità, la ricchezza di cui disponiamo accanto a noi, la preziosità delle campagne come del centro urbano, il valore delle frazioni come quello del capoluogo, l’importanza della cura dell’ambiente e di tutto ciò che ci circonda. In quest’ottica sono e saranno orientati anche quegli investimenti che attraverso il Pnrr dovremo cercare di convogliare sui nostri territori. Già alcuni di questi sono stati presentati e sono in attesa dell’esito, molti altri sono allo studio in base alle opportunità che i bandi in corso ed in uscita ci metteranno a disposizione. L’impegno in tal senso della struttura comunale (che voglio veramente ringraziare per come in questi due anni è riuscita a rinnovarsi nelle forme e nelle modalità per essere vicina alla cittadinanza e fornire servizi ancora più efficienti nonostante le difficoltà) è molto importante.
Come sempre poi – ricorda la sindaca – molto è stato fatto e molto sarà fatto in ambito sociale, settore particolarmente delicato durante la pandemia. In questo caso il nostro ringraziamento va anche allo straordinario intervento del volontariato e della Protezione civile.
Nei prossimi tre anni partirà infine un nuovo ciclo tematico per la nostra programmazione culturale, cui si accompagnerano progetti di valorizzazione territoriale e turistica del territorio, cercando di dare risposte sempre più concrete al mondo del commercio e dell’imprenditoria.»