(Foto di repertorio)

Durante i controlli effettuati in questo anno sono state accertate 7024 violazioni alle norme sulla circolazione stradale e 409 alle misure di contenimento della pandemia da Covid-19

Tempo di bilancio per la Polizia Stradale di Ravenna, specialità della Polizia di Stato che nel 2021 ha messo in campo complessivamente 1848 pattuglie per la vigilanza stradale, con particolare attenzione all’Autostrada A14, A14 dir e alle principali vie di comunicazione extraurbane come la SS 16 Adriatica, la SS 309 Romea, la SS 67 Tosco romagnola e la SS 3 bis Tiberina E 45.

Durante i controlli effettuati nel 2021 sono state accertate 7024 violazioni alle norme sulla circolazione stradale e 409 alle misure di contenimento della pandemia da Covid-19. Sono state ritirate 168 patenti di guida e 260 carte di circolazione, mentre i punti complessivamente decurtati ammontano a 8151.

Nell’ambito del contrasto alla guida sotto l’effetto di alcol e/o sostanze stupefacenti sono stati sottoposti ai controlli 4422 conducenti, di cui 44 sono stati sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 4 per guida in stato di alterazione psicofisica conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti/psicotrope.

Inoltre, in linea con gli obiettivi delineati dal Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Interno e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, la Polizia Stradale di Ravenna, anche nel corso del 2021 ha proseguito nelle attività di controllo relative al settore del trasporto professionale. In tale contesto sono stati effettuati dei mirati servizi al termine dei quali sono stati controllati 1639 conducenti professionali, e sono state accertate 58 manomissioni ai cronotachigrafi (manipolazioni finalizzate ad eludere i controlli sul rispetto dei tempi di guida e riposo), nonché 30 violazioni per inosservanze alle prescrizioni imposte dal disciplinare sul trasporto delle merci classificate come pericolose.

Ai servizi di controllo programmati dal Compartimento Polizia Stradale di Bologna si sono affiancati quelli pianificati a livello nazionale secondo il modello dei “Controlli di Legalità”. Detti controlli hanno verificato in particolare l’uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta, la presenza della copertura assicurativa, l’autotrasporto nazionale e internazionale di persone, il trasporto di animali vivi, il trasporto di sostanze alimentari, l’uso corretto degli apparati radio e dei telefoni durante la guida, lo stato di efficienza dei pneumatici, il controllo dei trasporti eccezionali e della normativa ADR.

Distrazione alla guida, velocità non commisurata e mancata osservanza della distanza di sicurezza, sono le cause primarie degli incidenti stradali.

Nel 2021 sono stati rilevati 167 eventi infortunistici, 13 in più rispetto all’anno precedente.

L’attività di polizia giudiziaria svolta dalla Polizia Stradale di Ravenna ha interessato in particolar modo attività quali, rivenditori di automobili, autodemolitori, carrozzerie e agenzie di pratiche auto. In tale ambito è stato eseguito un sequestro penale, sono stati controllati 27 esercizi pubblici e sono state contestate 275 violazioni amministrative.

Nell’attività di contrasto al fenomeno criminale delle truffe e delle frodi nel commercio dei veicoli usati, è stata eseguita a carico di un uomo, la misura cautelare degli arresti domiciliari, sono state denunciate 30 persone e sono stati sequestrati 4 veicoli.

Inoltre, si è registrato un aumento esponenziale delle denunce ricevute per fenomeni relativi alle frodi informatiche in generale, di cui molte relative alla falsificazione delle polizze assicurative.