sindaco Davide Ranalli ha deposto una corona ai piedi della lapide che ricorda Giuseppe Compagnoni

La 225esima Festa del Tricolore si è celebrata anche a Lugo rendendo omaggio alla figura di Giuseppe Compagnoni. Compagnoni, nato e cresciuto a Lugo, fu il delegato di Ferrara della Repubblica Cispadana (Lugo risultava infatti sotto questa giurisdizione) e fu l’autore della mozione per adottare il tricolore verde, bianco e rosso. Il fatto avvenne durante l’assemblea dei delegati della neonata Repubblica riunita a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797, data che dal 1997 è stata proclamata “Giornata Nazionale del Tricolore” dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Alla presenza di rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, del gonfalone del Comune di Lugo, il sindaco Davide Ranalli ha deposto una corona ai piedi della lapide che ricorda Giuseppe Compagnoni all’ingresso della Rocca Estense.

“La figura di Compagnoni è molto importante per la storia di Lugo ed è da far conoscere anche fuori dei confini della nostra città – ha detto il sindaco Ranalli – . Per questo la celebrazione di oggi, seppur breve e in forma ridotta, ci permette di rendere omaggio a un grande lughese nella giornata più adatta”.

L’iniziativa è stata promossa dall’UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo) di Lugo. L’associazione, in collaborazione con il Comune, dal 1997 ha promosso e organizzato la “Giornata del Tricolore” a Lugo, un evento dedicato in particolare agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che negli ultimi due anni non si è svolto a causa della pandemia.