Il commiato del partito repubblicano ravennate, del sindaco di Russi e della Pro Loco di cui Fabbri era presidente onorario

Si è spento nella mattinata di martedì 11 il Dott. Girolamo Fabbri, storico medico molto conosciuto a Russi, che ha coniugato alla sua professione anche uno spiccato senso di passione e di amore verso la propria città, adoperandosi da prima come presidente delle opere pie e successivamente come presidente della locale Pro Loco. Negli anni 80 era stato impegnato anche in politica come consigliere ed assessore comunale.

il primissimo saluto arriva da Eugenio Fusignani, vice sindaco di Ravenna e segretario provinciale del partito repubblicano: “Oggi è venuto a mancare il dottor Girolamo Fabbri, segretario del PRI di Russi, storico esponente repubblicano della Federazione Provinciale e carissimo amico. Un Repubblicano di “zocca” che tanto ha fatto per l’Edera nella sua lunga militanza politica e col suo esempio civico e professionale. Alla famiglia il cordoglio mio e di tutti i Repubblicani della Provincia di Ravenna. Ciao Fabrone, ti ho voluto bene”.

A tumulazione avvenuta in forma privata, come richiesto dalla famiglia, anche il sindaco di Russi Valentina Palli ha espresso il proprio cordoglio e i ricordi che la legavano a Fabbri: “

Sono sempre stata sinceramente affezionata al Dott. Fabbri. Non perché io lo abbia mai conosciuto come professionista, seppure tutti i suoi pazienti mi abbiano sempre narrato di un medico disponibile, scrupoloso e attento.
Io ho avuto la fortuna enorme di conoscere Girolamo come uomo, di cultura di passione di storia di istituzioni.
Lui che a 85 anni suonati mi telefonava ancora ogni estate: “Valentina, hai provato a fare la versione di greco (o di latino) uscita all’esame di maturità?”. E se non avessi saputo di ricevere quella telefonata forse non mi ci sarei cimentata più ma lui mi stimolava ad essere una persona migliore. Ad avere voglia conoscere, di studiare, di approfondire. Sempre.
La nostra Città ha perso un uomo di altri tempi, la cui eleganza intellettuale e lealtà istituzionale ci accompagneranno sempre.
Mi mancherai, Doc”.

Anche Riccardo Morfino, attuale presidente della Pro Loco di Russi, nonché successore di Girolamo Fabbri, ha voluto ricordarlo: “

Girolamo non è più con noi, il Dottor Fabbri e nostro Presidente onorario è andato troppo presto nella grande compagnia che si trova nell’altrove misterioso, dove potrà ritrovare gli amici che lo hanno preceduto. Lo vogliamo immaginare mentre saluta il primo presidente Luigi Montanari, ma anche gli altri soci fondatori, i collaboratori e gli amici della nostra Pro Loco, con i quali fece grande l’Associazione che ora lo piange e che lo vuole ricordare per la dedizione che vi ha profuso, per gli stimoli e i suggerimenti che non mancava di farci avere, ma anche per la scrupolosità e il riguardo nell’affrontare l’attività sociale e nella redazione del notiziario che, grazie a Lui, ha superato i 50 anni di pubblicazione ininterrotta. Gino, come lo conoscevano i più, non è stato solo un grande amico di viaggio nella Pro Loco fin dal suo nascere come socio fondatore, è stato soprattutto un medico con la passione per la politica, quella dell’impegno costante sfociata nella carica di assessore comunale e presidente della casa di riposo Baccarini, solo per restare nell’ambito russiano, ma anche marito e babbo e quindi ci stringiamo a Ernestina e Paolo in questo momento di grande dolore non potendo che dare Loro la nostra vicinanza e considerazione per la persona che è stato. Non c’è limite ai pensieri che si affollano e gremiscono la mente e il cuore, non ci sono parole che bastino, si potrebbe dire che c’è un vuoto, ma se ben guardiamo alla vita di Gino non possiamo che riempirci di stupore per quanto ha fatto e seguire l’esempio dell’impegno professionale, morale, civile e sociale che ci lascia”.