Claudio Nanni in corte d'assise

Le deposizioni dei due imputati per l’omicidio della 46enne 

Nella giornata di ieri, mercoledì 19 gennaio, i due imputati per l’omicidio di Ilenia Fabbri, Claudio Nanni e Pierluigi Barbieri, hanno dato la loro versione dei fatti davanti alla corte d’assise.

Il primo a parlare, come si legge nei quotidiani locali in edicola oggi, è stato il sicario reo confesso Barbieri, il quale ha confessato di aver ucciso la 46enne su mandato dell’ex marito Nanni per un compenso di 20mila euro e una macchina. 

Barbieri ha confermato le sue precedenti versioni: secondo quanto da lui raccontato, Nanni sarebbe stato in collera con la moglie per via della separazione e della causa di lavoro che Ilenia aveva intentato contro di lui, per questo avrebbe deciso di farla uccidere da qualcuno.

Diversa invece la versione dell’ex marito che sostiene di aver ingaggiato Barbieri solo per “spaventare” llenia e per il più modico compenso di 2mila euro. 

Sempre come si legge sui quotidiani in edicola oggi, il presidente della Corte, Michele Leoni, rivolgendosi a Claudio Nanni, ha manifestato perplessità sulla sua deposizione, ritenuta vaga e non convincente.

Pierluigi Barbieri in corte d’assise