Il sindaco Graziani: «Ennesima prova di un grande spirito di solidarietà»

L’Amministrazione comunale di Alfonsine ringrazia la comunità alfonsinese per la solidarietà dimostrata nei confronti della popolazione ucraina.

«Fin dal primo giorno di guerra, abbiamo ricevuto e raccolto numerosissime disponibilità da parte di privati cittadini, associazioni, negozi e aziende, disposte ad aiutare in più modi i profughi attesi – ha raccontato il sindaco Riccardo Graziani -. Tante famiglie hanno compilato il modulo messo a disposizione dai servizi sociali dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per esprimere la propria disponibilità ad accogliere i profughi, altri si sono prodigati per la raccolta viveri e altri beni di prima necessità che sono stati recapitati nei punti di raccolta o distribuiti per il tramite della Caritas alfonsinese. Alcune associazioni e la parrocchia stanno poi organizzando servizi per i profughi ospitati ad Alfonsine per consentire loro unintegrazione sul territorio».

«Ogni volta che è necessario unire le forze e rimboccarsi le maniche per aiutare chi è in difficoltà, i cittadini alfonsinesi non si tirano mai indietro – ha rimarcato il sindaco -. Mai come in queste situazioni lo spirito di solidarietà e sostegno reciproco sono in grado di fare la differenza: per questo ringraziamo di cuore tutti coloro che in questi giorni si sono prodigati e si stanno prodigando per aiutare chi ha più bisogno».