Teca contenente i resti della Fiat Croma blindata, conosciuta con il nome di “Quarto Savona 15”, la sigla radio utilizzata dagli uomini della scorta di Giovanni Falcone

Il 23 maggio 1992 a causa di un attentato mafioso saltò in aria con a bordo i poliziotti Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo, che persero la vita

Nella giornata di oggi, martedì 29 marzo, in piazza Garibaldi è stata posizionata la teca contenente i resti della Fiat Croma blindata, conosciuta con il nome di “Quarto Savona 15”, la sigla radio utilizzata dagli uomini della scorta di Giovanni Falcone, che il 23 maggio 1992 a causa di un attentato mafioso saltò in aria con a bordo i poliziotti Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo, che persero la vita.

L’iniziativa è stata realizzata in occasione del concerto che si terrà questa sera alle ore 21, presso il Teatro Alighieri di Ravenna, nell’ambito delle iniziative relative alla “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”.

Al concerto, che quest’anno sarà dedicato alla Polizia di Stato, è stata inviata la signora Tina Montinaro, vedova di Antonio, il poliziotto caposcorta del giudice Giovanni Falcone rimasto ucciso nella strage di Capaci, la quale nella mattinata del 29 marzo prossimo, presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri, incontrerà gli studenti delle scuole superiori.

Teca contenente i resti della Fiat Croma blindata, conosciuta con il nome di “Quarto Savona 15”, la sigla radio utilizzata dagli uomini della scorta di Giovanni Falcone