L’intervento del Segretario Generale Massimiliano Zetti

“Con una nuova circolare l’ufficio affari giuridici del Comando Generale dei Carabinieri ha reso noto che essendo cessata la situazione emergenziale da pandemia Covid, i Militari che dovessero risultare positivi, non potranno più usufruire della licenza straordinaria, ma dovranno mettersi in malattia”.

Lo fa sapere Massimiliano Zetti, Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri (NSC).

“Questo comporta una assenza dal servizio, certamente penalizzante sotto molti profili rispetto alle condizioni riconosciute ai malati sino al 31 marzo. Pertanto – aggiunte Zetti – sollecitiamo le autorità governative a reinserire la normativa favorevole riconosciuta ai militari ammalati fino al 31 marzo 2022, anche per quelli che saranno obbligati a restare in isolamento oltre quella data”.