Castrese De Rosa, Prefetto di Ravenna (foto di repertorio)

Trasmesso dal Prefetto De Rosa a tutti i Sindaci, agli Ordini e Collegi Professionali più direttamente interessati, alle Forze di polizia e ai Vigili del fuoco

Il Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, dopo averlo condiviso nell’ambito della Commissione provinciale sui locali di pubblico spettacolo, ha trasmesso ieri, con un proprio Atto d’indirizzo, a tutti i Sindaci, agli Ordini e Collegi Professionali più direttamente interessati, alle Forze di polizia e ai Vigili del fuoco, un Documento operativo contenente le Linee Guida procedurali uniformi per tutto il territorio provinciale e rivolto ai soggetti promotori ed organizzatori di manifestazioni ed eventi di pubblico spettacolo.

L’atto tiene conto anche delle recenti disposizioni emanate a seguito della conclusione dello stato di emergenza sanitaria da Covid-19, recependo i contenuti delle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali” approvate dal Comitato tecnico-scientifico e contenute nell’Ordinanza del Ministro della Salute del 1° aprile 2022.

E’ stato così reso disponibile per tutti i Comuni e i soggetti a vario titolo competenti nell’organizzazione di eventi di pubblico spettacolo un Vademecum Operativo, utile soprattutto per orientare le attività delle Commissioni Comunali di Vigilanza sui Locali di Pubblico spettacolo, nonché un valido strumento di intervento per garantire la safety e la security in occasioni di manifestazioni pubbliche.

Il Documento, completo di allegati, delinea un quadro di misure necessarie da approntare partendo dalla normativa primaria e secondaria e dalle linee di indirizzo emanate in materia, consentendo a chi opera nel settore del pubblico spettacolo l’individuazione di efficaci strategie operative e di salvaguardia dell’incolumità e della sicurezza dei fruitori degli eventi, nel rispetto delle tradizioni storico-culturali e del patrimonio economico-sociale delle collettività locali.

La finalità della Direttiva inviata è quella di assicurare in modo omogeno sul territorio provinciale e con precise tempistiche l’adeguamento delle misure cautelari alle possibili criticità derivanti da ciascun evento, utilizzando un approccio flessibile nei confronti della gestione del rischio.

Il Documento Operativo contiene anche una nota di sintesi normativa, il testo di un Regolamento Tipo per il funzionamento della Commissione Comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo e annesso disciplinare tecnico, nonché un Atto d’indirizzo sulle azioni di prevenzione sui rischi alcool correlati per un codice etico di comunità.

Questo Atto di indirizzo potrebbe impattare molte delle iniziative pubbliche più note a Ravenna. Nello specifico, nei punti 1 e 2 si legge, riguardo agli eventi:

  • “Evitare nella denominazione e pubblicizzazione della manifestazioni e/o feste l’utilizzo di titoli o immagini che richiamino prodotti alcolici (es., festa della birra, festa del vino);”
  • “Promuovere i drinks e cocktail analcolici, ad esempio con un prezzo vantaggioso rispetto agli alcolici o con forme accattivanti di pubblicizzazione;”

Facile immaginare che eventi come le varie “feste della birra”, o addirittura anche il “Giovinbacco”, potrebbero dover cambiare denominazione e/o politica di pubblicizzazione.

In allegato il regolamento completo: CLICCA QUI