La sostanza e il materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza

Il giovane è stato sorpreso a cedere la sostanza ad un ragazzino di 14 anni

Nel fine settimana appena trascorso, i militari delle Tenenza della Guardia di Finanza di Cervia sono intervenuti sequestrando 150 grammi di marijuana e denunciando alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna un giovane diciassettenne, sorpreso a cedere droga ad un ragazzino di appena 14 anni.

Le indagini dei militari delle Fiamme Gialle sono scaturite a seguito di alcune segnalazioni e dall’analisi di diverse evidenze presenti sui social network circa l’uso di droghe leggere da parte di una stretta cerchia di giovani ragazzi cervesi in prossimità della centralissima via della Rimembranza. La successiva attività investigativa finalizzata ad individuare il canale di rifornimento della sostanza, si focalizzava quindi su un giovane studente italiano incensurato, classe 2004, presso la cui abitazione veniva effettivamente notato dai militari, appostatisi nei pressi, un anomalo andirivieni di ragazzini, in particolare durante le prime ore pomeridiane.

Le intuizioni dei militari si sono rivelate fondate allorquando un giovane studente appena quattordicenne, visto arrivare a bordo di una bicicletta ed accedere alla predetta abitazione, una volta uscito è stato sottoposto a controllo e trovato in possesso di una bustina sigillata, contenente circa 4 grammi di Marijuana, appena acquistata al prezzo pattuito di 20 euro.

L’immediata perquisizione presso l’abitazione del fornitore, eseguita anche con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga del Gruppo della Guardia di Finanza di Ravenna, ha permesso di recuperare, proprio nella camera da letto in uso al minore, ulteriori tre dosi sempre di marijuana, confezionate esattamente con le stesse modalità di quella venduta al ragazzino, nonché 130 grammi circa di marijuana ancora da dividere in dosi, un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento e la somma in contanti, ritenuta provento dell’attività di spaccio, di euro 390,00.

Singolare l’atteggiamento del giovane pusher, che all’atto dell’accesso presso l’abitazione da parte degli uomini delle Fiamme Gialle, per nulla intimorito, ha subito affermato di non detenere alcuna sostanza proibita, venendo tuttavia immediatamente smentito dal fiuto infallibile del cane antidroga “Lucky”.

Al termine delle operazioni entrambi i minori sono stati affidati ai propri genitori. Il giovane spacciatore è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica dei Minori di mentre per il consumatore è scattata la segnalazione alla Prefettura di Ravenna.

L’operazione appena conclusa testimonia il costante e quotidiano impegno delle Fiamme Gialle cervesi a tutela della legalità, riscontrando, con prontezza e determinazione, le segnalazioni della cittadinanza.