Decisivo nel ritrovamento il fiuto del cane “Lucky” della GdF, sul posto assieme agli agenti della Polizia Locale. Il 28enne residente a Ravenna, ritenuto autore di 195 graffiti, è stato arrestato

L’unita cinofila del Gruppo della Guardia di Finanza di Ravenna è intervenuta unitamente a personale della Polizia Locale di Ravenna – Ufficio Polizia Giudiziaria Pronto Intervento, per procedere, in esecuzione al decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Ravenna, alla perquisizione locale e personale, di un 28enne residente a Ravenna, indagato per “deturpamento e imbrattamento di cose altrui” per ben 195 tagSB”.

All’interno dell’abitazione è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro diverso materiale riconducibile all’esecuzione dei graffiti quali: bombolette di vernice spray e pennarelli acrilici. Lo stesso tag, inoltre, è stato rinvenuto in quaderni e su diverso mobilio (porte, mobiletti, comodini ecc.) presente negli immobili soggetti alla perquisizione.

Durante la perquisizione, grazie al cane della Guardia di Finanza “Lucky”, addestrato al rilevamento della sostanza stupefacente, è stata inoltre rinvenuta nel vano cantina, ove erano custodite varie buste con indumenti e attrezzature per la pesca, una significativa quantità di sostanza stupefacente di tipo “hashish”, suddivisa in 4 porzioni di peso complessivo pari a grammi 399,65. Un ulteriore quantitativo di sostanza stupefacente, sempre di tipo “hashish”, ammontante a grammi 0,49, è stata rinvenuta nel soggiorno dell’abitazione.

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro penale e l’uomo, già gravato da precedenti di polizia per detenzione ai fini di spaccio e uso personale di sostanza stupefacente, è stato arrestato e, come disposto dall’A.G., associato al carcere di Bologna.

Nel corso della mattinata di ieri l’arresto è stato convalidato dal Tribunale di Ravenna.