Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto è stato accolto a Ravenna dal Direttore marittimo e Comandante del porto di Ravenna, Capitano di Vascello Francesco Cimmino

Autorevole visita ieri alla Direzione marittima dell’Emilia-Romagna che ha ricevuto, accolto dal Direttore marittimo e Comandante del porto di Ravenna, Capitano di Vascello Francesco Cimmino, il Comandante Generale del Corpo delle capitanerie di porto – guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone, già in visita a Ravenna in occasione della densa due giorni di eventi dello European Maritime day.

L’Ammiraglio Carlone, insediatosi nel prestigioso incarico lo scorso 25 luglio, ha incontrato una rappresentanza di militari – anche provenienti dai diversi Comandi della Regione Emilia Romagna – esprimendo plauso e gratitudine per il lavoro svolto dal corpo nel territorio emiliano-romagnolo al servizio della comunità marittima e portuale.

La visita dell’ammiraglio Carlone è proseguita a bordo della Nave della guardia Costiera “Roberto ARINGHIERI” (appartenente alla nuova classe De Grazia),  ultima unità entrata in servizio nella flotta della guardia costiera italiana e realizzata grazie al cofinanziamento con fondi europei, nell’ambito del Programma Nazionale Fondo Sicurezza Interna 2014-2020 per assolvere, non solamente al compito più importante che la storia e la legge attribuiscono alla Guardia Costiera, ovvero la ricerca e il soccorso in mare anche in condizioni meteomarine estreme – grazie alle sue caratteristiche all’avanguardia – ma anche a tutti i compiti istituzionali del Corpo delle capitanerie di porto, dal controllo della filiera ittica alla tutela dell’ambiente.

L’Ammiraglio Carlone ha poi rivolto un indirizzo di saluto all’equipaggio, a bordo della nave della Marina militare “ARETUSA”, (appartenente alla classe “Ninfe”), nave idro – oceanografica impiegata per la mappatura dei fondali in alto mare e nei porti italiani, per determinarne le asperità e la natura.

L’Ammiraglio Carlone ha concluso soddisfatto la sua visita, con invito, agli uomini e alle donne della Direzione marittima di Ravenna, a seguitare nell’appassionato servizio reso a favore della comunità emiliano-romagnola, a garanzia del corretto uso del mare, orgogliosi di appartenere al bellissimo Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.