Grande carabiniere prima e importante imprenditore poi, tutti lo ricordano per una vita retta e sempre sorridente

Lutto a Ravenna per la morte di Luigi Panichi. Grande carabiniere prima, e importante imprenditore dopo, la sua scomparsa lascia tutti i ravennati e non solo molto amareggiati.

Luigi si spostò a Ravenna dalla toscana nei primi anni ‘70 unitamente all’attuale presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Isidoro Mimmi, che arrivò invece dalla Sardegna, con cui ha condiviso buona parte del percorso nell’Arma. Nella sua carriera in divisa si è occupato di radiomobile, nucleo investigativo, PG in Procura della Repubblica, prima di chiedere il pre pensionamento per dedicarsi alla vita da imprenditore in tutta Italia.

Ha lanciato la nota catena di mercerie “Quattro stagioni”, ha aperto e gestito ristoranti, ha operato nel settore immobiliare, si è dedicato a imprese nel settore medico e in ultimo della sicurezza.

Tutti lo ricordano come un grande uomo, sempre sorridente, che ha saputo condurre una vita retta e sempre dedicando grande passione a ogni mestiere esercitato.

Il funerale si terrà presso la Chiesa di san Rocco, (via Castel san Pietro n. 26, a Ravenna) alle ore 15:20 di venerdì 24 giugno.