La mostra propone un’accurata selezione tra le più di 180 incisioni generosamente donate al Gabinetto delle Stampe dalla moglie dell’artista

Domenica 3 luglio sarà l’ultimo giorno disponibile per visitare la mostra “Nel segno della civetta. La donazione Pietro Diana” presso il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo.
Per l’occasione è stata organizzata una visita guidata gratuita, in programma alle 18.
I posti sono limitati ed è necessaria la prenotazione chiamando il numero 0545 280910.

Il direttore del museo Davide Caroli avvicinerà il pubblico alla comprensione della poetica di un grande maestro dell’incisione quale Diana.
La mostra propone un’accurata selezione tra le più di 180 incisioni generosamente donate al Gabinetto delle Stampe dalla moglie dell’artista.
Nelle quattro sezioni che in senso cronologico ripercorrono il lavoro dell’artista milanese si susseguono animali notturni, immaginari inquietanti e ambigui, che si riassumono perfettamente nel simbolo della civetta, presente in tutte le culture e in tutte le culture in bilico tra accezioni negative e positive.

La mostra rientra della Biennale_OFF, anticipazione della Biennale di incisione dedicata a Giuseppe Maestri. Sempre nell’ambito della Biennale_OFF, sabato 2 luglio sarà l’ultimo giorno utile per visitare presso al Biblioteca Classense di Ravenna (via Baccarini 3), la mostra “Le cose nascoste. Incisioni di Agim Sako”.

Il Museo Civico delle Cappuccine è in via Vittorio Veneto 1/a a Bagnacavallo.

Questi gli orari degli ultimi giorni di apertura della mostra “Nel segno della civetta. La donazione Pietro Diana”: venerdì, sabato e domenica 10-12 e 15-19 (ingresso gratuito).

Per informazioni:
Museo Civico delle Cappuccine
[email protected]
www.museocivicobagnacavallo.it