Tutte le regole per usufruir del Superbonus

Stanziati altri fondi per interventi complementari alla struttura e per l’acquisto degli arredi

Continuano i lavori di riqualificazione dell’edificio «ex Coop», in pieno centro a Conselice, avviati a marzo. Il progetto è il fulcro della strategia di rigenerazione urbana di Conselice nata dall’idea di dotarsi di un «centro civico» nel luogo maggiormente significativo e rappresentativo della comunità stessa, piazza Foresti, che si configura come motore del processo di rigenerazione sociale e culturale della comunità di Conselice.

Conselice aveva partecipato al bando di Rigenerazione urbana 2018 della Regione Emilia-Romagna con un progetto da 1.390.000 euro complessivi, di cui 924mila a valere sui finanziamenti del bando e 466mila di fondi propri comunali: si prevedeva l’acquisto dell’immobile, la sua riqualificazione e la ricucitura delle aree esterne con interventi improntati alla sostenibilità ambientale, al miglioramento sismico, alla sicurezza e all’efficienza energetica.

Un primo percorso partecipato si è concluso nell’estate 2018 e ha indagato le esigenze più sentite della comunità, e più in particolare le opportunità offerte dall’edificio ex Coop quale contenitore per nuovi usi. Nel 2021 si è svolto il percorso partecipato «C’è spazio per te – un nuovo centro civico per lo sviluppo di comunità», realizzato con il sostegno della legge regionale n. 15/2018, che ha portato alla restituzione di un documento di proposta partecipata ricco di spunti riguardanti la carta per il buon funzionamento dello spazio, le regole per la cura e la rigenerazione del bene e il palinsesto per il rilancio della città pubblica.

L’Amministrazione comunale intende avviare a breve, avvalendosi del supporto qualificato di esperti in processi di coprogettazione e coprogrammazione col terzo settore, un nuovo percorso mirato a individuare gli aspetti riguardanti la gestione del luogo rigenerato e le potenzialità legate ai molteplici usi per la comunità.

«Il cantiere di riqualificazione dell’edificio ex Coop è partito in un contesto mondiale e nazionale non favorevole ai mercati, con difficoltà nel reperimento dei materiali, aumento incontrollato dei prezzi e conseguente allungamento dei tempi delle forniture – dichiara il sindaco Paola Pula -. Nel bilancio del Comune di Conselice sono già stanziati 150mila euro nel 2022 e 230mila euro nel 2023, oltre alle risorse previste nel quadro iniziale dell’opera, per realizzare le migliorie e rendere pienamente funzionale la nuova struttura rigenerata».

Tre le ditte esecutrici per conto del consorzio Cear di Ravenna: Arco Costruzioni Generali Spa di Ravenna, Mtb Snc di Cangini Massimo di Ravenna e Idrotermica Valli Impianti Srl di Lugo. La direzione dei lavori, la cui conclusione è prevista per marzo 2023, è affidata allo Studio Ricerca e Progetto – Galassi, Mingozzi e associati di Bologna.