Ph. Michele "Maikid" Lugaresi

Riflessioni su alcuni temi legati all’evento

Si è concluso il weeekend in cui Marina di Ravenna è stata “dedicata”, quasi esclusivamente, al Jova Beach Party: due giorni di concerto che hanno portato circa 70mila persone sul nostro litorale per godere dell’evento. Anche grazie al Piano di Sicurezza coordinato dalla Prefettura, al lavoro degli organizzatori ed a un pubblico molto corretto, tutto è filato liscio, costituendo un buon banco di prova per future manifestazioni.

Rimangono alcuni temi, destinati a rimanere oggetto di dibattito – così come avvenuto nelle settimane precedenti anche a Ravenna – per il futuro.

La prima questione riguarda l’ambiente; l’altra è legata all’effettivo contributo in termini economici e turistici dell’evento.

Per ciò che concerne l’ambiente, l’autrice e conduttrice tv Sabrina Giannini (che su Rai 3 conduce “Indovina chi viene a cena”) ha esposto ad Adnkronos la sua obiezione a proposito dei concerti di Jovanotti sulle spiagge concentrandosi sull’impatto dell’evento sull’habitat (questione già sollevata anche da diversi gruppi politici nonché da varie associazioni ambientaliste).

Va detto, a onor di cronaca, che la collaborazione tra il Jova Beach Party, Intesa Sanpaolo e WWF Italia ha dato vita a livello nazionale al progetto Ri-Party-Amo: alcune iniziative, tra novembre e dicembre 2022, è stato annunciato, riguarderanno le pinete di Casalborsetti, Porto Corsini e Lido di Dante, che saranno protagoniste di interventi di rinaturazione, conservazione ed educazione ambientale.

In ogni caso, in molti si chiedono se non sia opportuno comunque evitare che certi luoghi di particolare valore – non solo le spiagge – ospitino eventi di massa.

Per quanto riguarda l’aspetto turistico-economico, invece, numerosi dubbi si sono incanalati sull’effettivo guadagno in termini di affluenza turistica e di “indotto”. In questi giorni infatti ovunque è stato evidenziato che il concerto ha portato a Marina ben 70mila persone, ma da più parti ci si chiede quante di queste tornerebbero nel nostro lido senza un evento di simile portata.