(Shutterstock.com)

In un mese e mezzo oltre 130 accertamenti

Si stanno verificando diverse situazioni di conferimenti scorretti dei rifiuti.

In particolare persone che, invece di utilizzare gli appositi contenitori in dotazione per la raccolta del porta a porta, scaricano i propri rifiuti dell’umido e dell’indifferenziata nei cassonetti di plastica, carta e ramaglie dove sono ancora presenti nelle strade, oppure l’abbandonano a fianco di questi.

Inoltre vi sono zone del territorio dove vengono abbandonati anche rifiuti ingombranti.

Per questo l’Amministrazione comunale ha intensificato i controlli posizionando fototrappole in tutte le località del territorio.

Dal primo giugno al 18 luglio 2022 sono stati rilevati 133 accertamenti in 6 aree di osservazione.

Sono al momento 43 le violazioni notificate, mentre 53 sono in elaborazione; molti casi sono recidivi, hanno cioè ripetuto una o più volte l’abbandono dei rifiuti.

Due i siti maggiormente critici, dove si registrano sversamenti continui, uno sulla fascia costiera e uno nell’entroterra.

Le fototrappole hanno lo scopo di filmare condotte scorrette e sanzionare i responsabili. Si tratta di uno strumento di dissuasione, che intende anche sostenere i comportamenti corretti, evidenziando condotte che si discostano da quelle di tanti cittadini onesti, rispettosi delle regole e che tengono alla cura e al decoro della città. L’abbandono incontrollato dei rifiuti su aree pubbliche, oltre a creare un danno significativo al decoro cittadino, determina anche un notevole impegno economico per gli interventi straordinari di rimozione dei rifiuti.