Il trattore traina l'auto che era stata parcheggiata sotto all'ombrellone

Estate 2022 in sicurezza: potenziato l’organico con 20 operatori impiegati nel “Nucleo Controllo Arenile”

Anche per l’estate 2022 la Polizia Locale di Ravenna ha potenziato l’organico con 20 operatori assunti a tempo determinato ed impiegati nel “Nucleo Controllo Arenile”.
Gli agenti, dal 1° giugno, sono impegnati nel pattugliare le località di mare tutti i giorni, da Casalborsetti a Lido di Savio.
Giunti al giro di boa della stagione estiva, il servizio ha permesso alla Polizia Locale di mettere in campo, sino ad ora, 106 pattuglie nei Lidi centrali (Marina di Ravenna, Punta Marina, Lido Adriano e Lido di Dante), 67 pattuglie nei Lidi nord (Casalborsetti e Marina Romea) e 150 pattuglie ai Lidi sud (Lido di Classe e Lido di Savio), per un totale di 3.541 ore di controllo delle spiagge ravennati.
Tale impiego, finalizzato oltre al contrasto dell’abusivismo commerciale, anche alla prevenzione ed alla repressione di comportamenti illeciti, alla tutela della sicurezza urbana ed al controllo del rispetto di quanto previsto dalle varie ordinanze estive, ha permesso di identificare 317 persone ed elevare 16 sanzioni amministrative per accesso con cani in spiaggia in aree non consentite, 3 sanzioni per campeggio in spiaggia, 2 sanzioni per accensione di fuochi, 131 verbali per accesso in area demaniale con veicoli e 144 sanzioni per soste irregolari nelle varie località marittime. È stato svolto, inoltre, un servizio in orario notturno finalizzato alla prevenzione e alla repressione di furti e atti di danneggiamento nei confronti degli stabilimenti balneari. Tale servizio si è concluso con l’identificazione di 4 persone e l’elevazione di sanzioni pari a 302 euro per accesso abusivo in spiaggia in orario notturno e ubriachezza manifesta.
Nel corso dei pattugliamenti, inoltre, sono state denunciate 3 persone per rifiuto di declinare le proprie generalità ed inosservanza delle norme sugli stranieri.
Nell’ambito dell’abusivismo commerciale sono stati effettuati 10 sequestri di merce posta in vendita sull’arenile demaniale in assenza di autorizzazione; in particolare, è stata sequestrata un’ingente quantità di cocco. Per i venditori abusivi è scattato immediatamente l’aggiuntivo provvedimento di allontanamento dai luoghi della commessa violazione. Per il venditore di cocco, inoltre, essendo
stato sanzionato 3 volte nella località di Marina di Ravenna è stato emanato, da parte del Questore di Ravenna, il c.d. “Daspo” di 4 mesi, provvedimento che non consentirà all’ostinato venditore di avvicinarsi a Marina di Ravenna fino a fine stagione senza incorrere in sanzioni penali.
Diversi sono stati anche gli interventi in supporto ai bagnini di salvataggio e al 118 per il soccorso di persone colte da malore.
Singolare, infine, il recente intervento sulla spiaggia libera di Lido Adriano, a nord del Bagno “Oasi”, dove il conducente di un Fiat Doblò, poi sanzionato, ha pensato di parcheggiare l’autovettura direttamente sotto il proprio ombrellone, così da rendere necessario l’intervento del trattore dell’impresa che si occupa della pulizia della spiaggia, per permettere il traino del veicolo e riportarlo sulla “diritta via”.