Esaurita la fase incentivante per questo tipo di mobilità, il gestore sarà individuato attraverso un avviso pubblico

La colonnina di ricarica elettrica per veicoli di piazza Garibaldi diventerà a pagamento e da alcuni giorni non eroga più energia in modo gratuito. L’erogazione è stata sospesa dopo la delibera approvata nell’ultima riunione di giunta con cui si autorizza un avviso pubblico per trovare un gestore della colonnina in regime di concessione.

Da quando è stata installata, nel 2018, con l’obiettivo di incentivare la mobilità elettrica, la colonnina ha erogato energia gratuitamente attraverso 118 chiavi per la ricarica (dato aggiornato ad aprile 2022) con costi a carico del Comune che sono cresciuti dai 606 euro del bimestre gennaio/ febbraio 2020 ai 3106 euro del corrispondente bimestre 2022. 

Da qui la decisione dell’Amministrazione Comunale a fronte degli alti costi di gestione, a causa dell’aumento delle spese energetiche, e ritenendo esaurita la fase di incentivazione della mobilità elettrica e non più sostenibile dal punto di vista economico. Nel territorio del Comune sono peraltro presenti o in corso di realizzazione oltre 15 punti di ricarica a pagamento per auto elettriche. L’avviso di prossima pubblicazione avrà l’obiettivo di individuare il nuovo gestore attraverso una concessione onerosa pluriannuale. Il “Piano Nazionale Infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica” prevede infatti, come da direttiva europea, che queste attività di ricarica pubblica siano svolte in regime di concorrenza.