Filippo Cicognani, Hamid Naouli e Massimo Medri

Il 54enne si è lanciato in acqua per salvare i giovani raggiungendoli con un moscone senza remi

Il Sindaco ha incontrato Hamid Naouli che il mese scorso ha portato al salvataggio in mare un gruppo di giovani, prestando i primi fondamentali soccorsi.

Il fatto è avvenuto la mattina presto quando ancora non era montato il turno del bagnino di salvataggio.

Hamid Naouli, 54a anni di origine marocchina, guardiano notturno del Cala Zingaro di Milano Marittima, si è lanciato in acqua per salvare cinque ventenni originari di Milano, raggiungendoli con un moscone senza remi.

Nel frattempo la barista dello stabilimento balneare ha chiamato il 118, così l’intervento della Guardia costiera con il mezzo navale dell’Ufficio locale marittimo di Cervia, si è concluso con un lieto fine.

Il Sindaco ha espresso a Naouli riconoscenza e gratitudine a nome della città per il suo coraggio e il gesto di altruismo per salvare la vita del prossimo, mettendo anche in pericolo la propria, un’azione di profonda sensibilità e umanità.

All’incontro era presente anche Filippo Cicognani responsabile di Cala Zingaro.