(Foto Shutterstock.com)

I fatti sono accaduti nella notte di lunedì 29 agosto a Marina di Ravenna, i due giovani presunti autori della rapina sono stati subito identificati dagli agenti

La Polizia di Stato ha arrestato, nella notte di lunedì 29 agosto, due ragazzi per rapina aggravata continuata in concorso e porto abusivo di armi o di oggetti atti ad offendere.

Nello specifico le Volanti della Questura sono intervenute a Marina di Ravenna, in viale delle Nazioni, dove erano state segnalate rapine perpetrate da due persone in danno di alcuni giovani. Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno individuato e fermato due ragazzi che corrispondevano alle descrizioni fornite.

Nell’immediatezza le parti offese, tre ragazzi minorenni, hanno riferito di essere stati avvicinati da due giovani uno dei quali brandiva una bottiglia di vetro rotta. Gli stessi, con la minaccia di essere in possesso di un coltello, intimavano di consegnare loro denaro e sigarette. In particolare, una delle vittime ha riferito che, dopo essere stato percosso, gli veniva strappato dalle mani il portafoglio.

Al momento del controllo, uno dei fermati faceva cadere a terra un portafoglio successivamente riconosciuto come quello che era stato appena sottratto al ragazzo, con ancora i documenti presenti all’interno. Inoltre, nel borsello di uno di loro è stato rinvenuto un abbonamento a Mirabilandia appartenente ad una delle vittime .

I due presunti autori dei fatti, un 19enne cittadino italiano ed un 23enne cittadino extracomunitario in regola con il permesso di soggiorno e con precedenti di polizia, sono stati arrestati per rapina aggravata continuata in concorso e porto abusivo di armi o di oggetti atti ad offendere.

Dopo le formalità di rito, gli stessi sono stati accompagnati  in carcere  a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.