CAPITANERIA DI PORTO. Conferiti riconoscimenti per il salvataggio della nave da crociera Viking Sea che aveva rotto gli ormeggi a causa del forte vento

Prefetto, Sindaco e Presidente dell’Autorità Portuale hanno omaggiato i rappresentanti della macchina del soccorso intervenuta lo scorso 17 settembre in favore della nave “Viking Sea” nel porto di Ravenna

Nella mattinata di oggi, mercoledì 5 ottobre, presso la sede della Direzione marittima dell’Emilia-Romagna si è svolto un incontro alla presenza del Sig. Prefetto Dott. Castrese DE ROSA, il Sig. Sindaco Dott. Michele DE PASCALE e il Presidente dell’Autorità di sistema portuale del mar Adriatico centro settentrionale, Dott. Daniele ROSSI, con i rappresentanti della macchina del soccorso intervenuta lo scorso 17 settembre in favore della nave da crociera “Viking Sea” nel porto di Ravenna.

Come si ricorderà, quella mattina del 7 settembre, nel porto di Ravenna il vento aumentava di intensità, fino a toccare punte di  burrasca forte (oltre 80 km/h) e raffiche di tempesta. La nave da crociera “Viking Sea”, attraccata al molo crociere di Porto Corsini rompeva i cavi di ormeggio, intraversandosi e appoggiando la chiglia sul fondale sabbioso.

La Sala Operativa della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Ravenna, immediatamente allertata dell’emergenza, coordinava l’intervento dei Servizi tecnico-nautici (Piloti, Rimorchiatori ed Ormeggiatori del porto di Ravenna), che venivano impegnati nelle lunghe manovre con l’impiego di ben 5 rimorchiatori e la motovedetta della Guardia Costiera CP 328 “ognitempo”. Le operazioni sono andate avanti per oltre 4 ore, lavorando ininterrottamente per contrastare le violente raffiche di vento che spingevano lateralmente la nave contro la scogliera, riuscendo a riportarla parallela alla banchina e a mantenerla in posizione di sicurezza.

La nave, di bandiera norvegese, 228 metri di lunghezza, con 870 passeggeri a bordo e circa 200 membri di equipaggio, veniva riportata in sicurezza all’ormeggio poco dopo le ore 13 senza alcuna conseguenza per le persone imbarcate. La dinamica dell’evento, ed i motivi che hanno portato alla rottura dei cavi di ormeggio, nonostante i ripetuti avvertimenti da parte dell’Autorità marittima, sono stati successivamente oggetto di attente verifiche tecniche, ai sensi del Codice della Navigazione, eseguite dai militari del nucleo P.S.C. della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ravenna.

Il perfetto funzionamento della macchina del soccorso ha riscosso un plauso mediatico a livello nazionale, riconoscendo, ancora una volta, alla città di Ravenna di avere un porto sicuro. Con questo incontro, le Autorità intervenute anno voluto esprime la loro gratitudine in modo ufficiale con i compiacimenti alla Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ravenna, C.V.(CP) Francesco CIMMINO, alla S.E.R.S. S.r.l. (Società Esercizio Rimorchi e Salvataggi) Dott. Riccardo VITIELLO, al Gruppo ormeggiatori di Ravenna, Andrea Armari e alla Corporazione piloti di Ravenna, Clc Roberto BUNICCI.

All’incontro erano anche presenti, il Cpt Carlo Cordone – Presidente Associazione agenti marittimi e raccomandatari di Ravenna, il Dott. Danilo Belletti, Presidente degli spedizionieri, il Dott. Riccardo Martini, Presidente Unione Utenti e la Dott.ssa Anna D’Imporzano direttore generale Ravenna Civitas Cruis Port Terminal crociere.