Castrese De Rosa, Prefetto di Ravenna (foto di repertorio)

Lettera al Ministero delle Infrastrutture: “Il trasferimento non può rappresentare la soluzione ottimale o il punto di approdo per risolvere la problematica locativa”

Dopo le polemiche nate dall’ipotesi di trasferimento della sede della Sezione di Ravenna degli uffici di Motorizzazione Civile presso la sede demaniale di Cesena, il Prefetto di Ravenna, Castrese De Rosa interviene scrivendo un’informativa con richiesta di confronto al Ministero delle Infrastrutture.

“Nei giorni scorsi – si legge nella lettera – ha avuto ampio risalto sui mass media locali la ventilata ipotesi di trasloco dell’Ufficio della Motorizzazione Civile di Ravenna a Cesena, motivata da codesta Direzione in seguito alla procedura, andata deserta, di ricerca di una nuova sede.

Il Sindaco di Ravenna ha manifestato anche allo scrivente stupore e sconcerto per la decisione prospettata che priverebbe la comunità di Ravenna di un Ufficio importante con gravi disagi per tutti gli utenti costretti a doversi rivolgere all’Ufficio di Cesena.

Ben si comprendono le difficoltà rappresentate nella nota del 7 ottobre u.s. di reperimento di una nuova sede a Ravenna indirizzata alle Organizzazioni Sindacali che leggono per conoscenza.

Senza voler entrare nel merito delle criticità riscontrate nella procedura locativa, tra l’altro comuni a tanti Uffici Statali, la soluzione individuata di trasferire a Cesena gli Uffici dell’UMC di Ravenna non può rappresentare la soluzione ottimale o il punto di approdo per risolvere la problematica locativa, in quanto altrimenti si dovrebbe procedere al trasferimento di tanti altri Uffici che versano nella medesima situazione.

Purtroppo, è notorio che l’iter di ricerca di nuovi stabili spesso si conclude negativamente e sovente le occupazioni extra-contrattuali restano l’unica soluzione per consentire la permanenza in loco degli Uffici.

Ciò premesso, si invita vivamente codesta Direzione a voler rivedere la decisione ventilata, e quindi il trasferimento della Sezione di Ravenna dell’UMC di Bologna e del relativo personale presso la sezione di Forli-Cesena.

Lo scrivente, insieme al Sindaco di Ravenna, che ha manifestato la sua disponibilità, ritiene necessario avviare un percorso condiviso prima di assumere decisioni così drastiche che possono comportare disfunzioni e disagi all’utenza e contenziosi nelle sedi giurisdizionali.

Per tutto ciò, si manifesta la piena disponibilità e l’opportunità di un incontro da svolgersi in sede locale anche in videoconferenza nei prossimi giorni.

Nel trasmettere alcuni stralci di articoli apparsi sulla stampa locale si ringrazia per l’attenzione e si resta in attesa di un cortese riscontro”.