Sia per la visita in campo che per il pranzo è obbligatoria la prenotazione

Sabato 29 ottobre è in programma a Santerno e Villanova di Bagnacavallo un nuovo appuntamento con “La solidarietà delle piante”. L’iniziativa, dedicata in questo caso alle selvatiche autunnali, unisce natura, vita all’aria aperta e alimentazione.
Organizza l’Associazione Culturale Civiltà delle Erbe Palustri in collaborazione con l’Orto Biologico Radisa e la condotta Slow Food Godo e Bassa Romagna.

La giornata inizierà alle 10, presso il campo dell’Orto Biologico Radisa di via Minguzzi a Santerno, con la naturopata Gabriella Francesconi che guiderà i partecipanti nel riconoscimento delle erbe commestibili e delle loro proprietà, condividendo la sua pluriennale esperienza in fitoalimurgia (scienza che studia l’utilizzo delle piante spontanee commestibili) e alimentazione naturale.

Dopo la visita ci si sposterà, attorno alle 12.30, all’Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova per il “pranzo dell’orto e del prato incolto” con menu vegetariano: insalata croccante dell’orto e del prato incolto, cestino con lasagnetta verde e strigoli, polpettine alle erbe selvatiche, patate al forno e verdure saltate, panna cotta con fichi giulebbati, acqua, vino e caffè. Costo 28 euro a persona.

Seguirà alle 15.30 la presentazione del libro di Gabriella Francesconi “L’andar per erbe”. Chi parteciperà all’evento riceverà in omaggio un poster della flora urbana locale e pinetale.

Sia per la visita in campo che per il pranzo è obbligatoria la prenotazione (posti limitati).

L’Ecomuseo è in via Ungaretti 1.

Info e prenotazioni:
tel. 0545 280920
erbepalustri.associazione@gmail.com