La segnalazione della cittadinanza di Santerno riportata dal consigliere territoriale di Lista per Ravenna, Nicola Carnicella

Dalla cittadinanza di Santerno, frazione di quasi 1.500 abitanti compresa nell’Area territoriale di Piangipane, è stato portato all’attenzione di Lista per Ravenna uno stato di grave degrado della via Santerno Ammonite, strada principale del paese che inizia dalla via Reale a Mezzano e termina incrociando via Palazza.

Il tratto incriminato, di circa quattro chilometri, parte dall’interno di Santerno per un segmento di circa 300 metri, sul quale è stato riversato tutto il traffico pesante che prima attraversava il centro abitato, così sollevato dal suo pesante impatto inquinante, mentre il resto attraversa la campagna ad ovest del paese.

“Su questo tratto – riporta il consigliere territoriale Nicola Carnicella -, la pavimentazione di via Santerno Ammonite è semidistrutta. Appena fuori Santerno, la sua carreggiata, composta da una sola corsia essendo larga appena 5 metri da riga a riga bianche laterali, è del tutto priva di uno spazio che eviti a ciclisti e pedoni di circolare in mezzo alle macchine. Oltretutto, è fiancheggiata pericolosamente dallo scolo consorziale delle Acque, che ordinariamente funziona per lo scolo delle acque piovane e durante l’estate per irrigare i campi agricoli attingendo dal vicino fiume Lamone”.

“Gli avvallamenti – prosegue la segnalazione -, i solchi, i dossi, le fratture della pavimentazione pongono a costante rischio di incidenti la circolazione stradale, a cui non è estraneo un traffico intenso, in gran parte costituito da automezzi pesanti. Basti pensare che via Palazza, in cui via Santerno Ammonite confluisce, oltre a condurre tortuosamente, dal lato destro, sulla strada statale San Vitale in direzione Bagnacavallo e comprensorio lughese, è frequentata densamente soprattutto sulla parte sinistra, da cui si arriva direttamente a Piangipane, capoluogo di zona, e da lì a Russi e nel comprensorio faentino. Altro fattore devastante è che gli automezzi pesanti, dovendo attraversare quest’area territoriale provenienti o diretti sulla statale via Reale, non hanno più l’alternativa della via Piangipane da quando è stato loro interdetto il passaggio all’interno del paese che le dà il nome, obbligati perciò, tramite via Palazza, ad usare da capo a fondo, quasi fosse una superstrada, la via Santerno Ammonite, che però e purtroppo è solo una maltrattata strada comunale”.

“La maggiore urgenza – conclude Carnicella – è un intervento di manutenzione ordinaria, colpevolmente latitante da troppo tempo, che ne ricomponga e spiani i punti più gravemente sfasciati. Ma bisogna fin d’ora metter mano ad un progetto generale di risanamento dell’intero suo versante ovest, da Santerno a via Palazza. Sottoporrò queste richieste al Consiglio territoriale di Piangipane, mentre il nostro capogruppo in Consiglio comunale Alvaro Ancisi le rivolgerà al sindaco attraverso un’interrogazione. Ci varremo, per entrambe le iniziative, di un dossier eloquente di 26 foto”.