Consegna del Vincastro d’Argento all’avvocato Pietro Baccarini

Nel Padiglione delle Terme di Castrocaro la tornata dell’Accademia degli Incamminati di Modigliana con un’importante commemorazione: ‘I cento anni di Natale Graziani’

Sabato 26 novembre si è svolta, non a caso nel ‘Padiglione delle Terme di Castrocaro’ – presso Largo Natale Graziani, una emozionante tornata dell’Accademia degli Incamminati di Modigliana che è iniziata con l’assemblea generale ordinaria per il rinnovo quadriennale delle cariche sociali per poi continuare con una commemorazione molto sentita da tutti gli Incamminati e non solo: ‘I cento anni di Natale Graziani’. Il compianto grande Presidente è stato ricordato nella Tornata a Lui dedicata. L’evento, che ha il patrocinio del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, è iniziato con una pièce cantata dal tenore Pietro Picone (accompagnato al pianoforte dal M° Andrea Ruscelli). Dopo il discorso introduttivo del Prof. Venerino Poletti, Presidente dell’Accademia, i saluti di Francesco Billi, Sindaco di Castrocaro Terme e Terra del Sole, di Ettore Sansavini, Presidente delle Terme di Castrocaro, è stato consegnato il ‘Vincastro d’Argento – Premio ad una Vita’, la più importante onorificenza accademica, all’avvocato Pietro Baccarini.

A seguire molti gli interventi per ricordare Natale Graziani (Cusercoli, 25.12.1922-Firenze, 23.7.2014). Fra questi il Presidente onorario Sen. Pier Ferdinando Casini che ha ricordato l’amico, poi il Presidente emerito Cav. Lav. Antonio Patuelli per l’opera svolta nell’Accademia, Gigliola Cinquetti sul ‘Festival delle Voci nuove di Castrocaro’ da lui inventato, l’ex Presidente Avv. Giancallisto Mazzolini per ‘I nostri viaggi nella Romagna Toscana’. Ha concluso la Tornata il Prof. Zeffiro Ciuffoletti ricordando ‘Graziani a Firenze’. Sempre nel Padiglione delle Feste è andata in scena la ‘Reunion Parade, con le voci nuove di ieri e di oggi’. Ha presentato l’attrice e regista Mirka Viola. Giordano Sangiorgi, promoter musicale e culturale, ideatore e organizzatore del MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti), ha intervistato Michele Minisci autore del libro “Castrocaro – Sanremo solo andata – La storia del Festival “Voci Nuove” dal 1957 al 1988”. È stata consegnata una targa ricordo a tutti i vincitori e vincitrici dell’Emilia-Romagna al ‘Festival Voci Nuove di Castrocaro’ di alcune edizioni degli anni ’50 – ’60 – ’70 – ’80. Dalle ore 17 c’è stata l’esibizione delle cantanti: Anna Ghetti, Rossella Vespignani, Nicoletta Noè, Sara Piolanti, Diletta Giangiulio, Claudia Macori che hanno cantato le canzoni vincitrici accompagnati dalla band ‘Arancia Meccanica’ diretta dal Maestro Giuliano Cavicchi. L’evento è stato trasmesso in diretta in tutto il mondo da radio Flyweb.

Le ragioni per commemorare i 100 anni che avrebbe avuto Natale Graziani il 22 del prossimo mese sono tante perché, come scrisse l’amico Mario Graziano Parri nel suo ‘Le molte vite di Natale Graziani’, fu uomo dall’enciclopedica cultura, avvocato penalista, amministratore della cosa pubblica, manager e dirigente d’impresa, pubblicista politico, storiografo e biografo sempre con grande prestigio e responsabilità. Un uomo d’altri tempi per quanto fosse garbato nei modi e risoluto e intraprendente nelle decisioni. Guidò l’Accademia degli Incamminati di Modigliana dal gennaio 1998 a dicembre 2005 e quando si diffuse la notizia della scomparsa, nella sua abitazione in via Repetti a Firenze, suscitò profonda commozione. Graziani fu attivissimo nell’antico sodalizio cui diede grande impulso, soprattutto nel campo letterario per la valorizzazione della lingua italiana. Fece parte del Consiglio direttivo della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Con lo scrittore e poeta Mario Graziano Parri diede vita alla rivista letteraria “Caffè Michelangiolo”, pubblicò saggi e biografie storiche e la Presidenza del Consiglio gli ha assegnato il Premio della cultura per il 1997. Per il Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole fu fondamentale tanto che nel 2004 gli venne conferita la Cittadinanza Onoraria, e l’anno successivo la ebbe a Modigliana, perché: “Dal 1956 al 1968 – ricordò l’Amministrazione comunale in occasione del lutto – lavorò per le Terme di Castrocaro dapprima come gestore governativo e poi come Amministratore delegato e direttore generale della Società per azioni Terme di Castrocaro. In quegli anni le Terme ebbero un impulso straordinario divenendo snodo anche della prospettiva economica e culturale di questo intero territorio comunale. Nacque in quegli anni anche il concorso nazionale ancora oggi esistente “Festival delle Voci Nuove di Castrocaro Terme” (sospeso recentemente, ndr) frutto del disegno proprio di Natale Graziani di proiettare le Terme in una dimensione più ampia e poliedrica: il marchio relativo a questa manifestazione venne donato da Graziani al Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, ciò ha costituito manifestazione ulteriore della generosità, della dedizione e dell’impegno da lui profusi per questo paese”