L'assessore del Comune di faenza, Luca Ortolani, con delega all'Ambiente nei pressi di una delle Isola ecologiche di base con i nuovi contenitori per la raccolta differenziata e della carta

In questi giorni la riconfigurazione delle Isole Ecologiche di Base e la sostituzione dei contenitori di vetro e umido

Parte lunedì prossimo, 5 dicembre, per le 6 mila utenze del centro storico di Faenza il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, che al 27 febbraio 2023 interesserà tutto il territorio comunale (ad eccezione delle aree rurali e della zona industriale, già passate a regime rispettivamente nel 2019 e nel 2021), fino a coinvolgere complessivamente circa 24 mila utenze.

Centro storico: ultimi giorni di distribuzione del kit

Nel centro storico la raccolta dei rifiuti sarà trasformata in ‘Raccolta Smeraldo’: tutti i rifiuti differenziabili e l’organico verranno conferiti nei contenitori stradali, a cui si aggiungeranno i cassonetti per la carta, che da porta a porta a sacco passerà a raccolta stradale. Inoltre, le isole ecologiche stradali attuali verranno dotate di contenitori elettronici intelligenti per la raccolta dell’indifferenziato (Eco Smarty), inizialmente ad apertura libera, ma che successivamente si apriranno solo con la Carta Smeraldo. La tessera Hera per i servizi ambientali, utilizzabile 24 ore su 24, entro la settimana verrà consegnata a tutti gli utenti assieme al kit completo, composto anche da un bidoncino sotto-lavello marrone da 10 litri, i sacchetti per l’organico e il materiale informativo. Al momento del passaggio dall’utenza libera alla Carta Smeraldo, sui contenitori verranno collocati dei cartelli per preavvisare per tempo del cambio di modalità con la data di inizio dell’utilizzo della tessera. Contestualmente, con l’arrivo dei nuovi cassonetti, Hera ha predisposto la pulizia straordinaria delle aree delle Isole ecologiche di base e la sostituzione dei contenitori per il vetro e i rifiuti organici.

Per chi non avesse ancora potuto ricevere il kit per la Raccolta Smeraldo, indispensabile per potere separare correttamente i rifiuti secondo il nuovo sistema, possono ritirarlo il 3, 6 e 10 dicembre presso gli ultimi info point (dalle 8 alle 12.30) in piazza del Popolo, in occasione del mercato cittadino.

Ricordiamo che a partire dalla fine della distribuzione domiciliare dei kit, le stazioni ecologiche saranno sempre a disposizione di aziende e famiglie per ritirare la propria dotazione. Inoltre, presso la Stazione Ecologica è possibile richiedere la compostiera, che è ritirabile gratuitamente se utilizzata in alternativa alla raccolta dell’organico; tale opzione dà diritto ad uno sconto di 5 euro/anno per ogni componente del nucleo familiare (sconto 10 euro/anno per utilizzo di una concimaia).

Per le attività verranno attivati servizi di raccolta domiciliare per specifiche tipologie di rifiuto, ad esempio la raccolta domiciliare del cartone con frequenza giornaliera (domenica esclusa).

I canali di contatto Hera dedicati ai nuovi servizi Per dubbi e informazioni sull’avvio dei nuovi servizi consultare www.ilrifiutologo.it, oppure la sezione del sito https://www.gruppohera.it/assistenza/casa/ambiente/la-raccolta-nel-tuo-comune dove, selezionando il Comune di Faenza, è possibile visualizzare e scaricare lettera o consultare le FAQ (risposte alle domande più comuni).

Se su questi canali non si è trovato quello che serve o non si dispone di un collegamento internet, chiamare il Servizio Clienti Hera 800 999 500 (famiglie) e 800 999 700 (attività), numeri verdi gratuiti attivi dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18, al quale si possono ottenere tutte le informazioni e anche fare segnalazioni. Per queste ultime si consiglia di utilizzare l’app di Hera Il Rifiutologo, scaricabile gratuitamente per iPhone/iPad e Android – oggi integrata con Alexa, l’intelligenza artificiale di Amazon. Grazie alla app è possibile inviare foto geolocalizzate per segnalare la necessità di un intervento (ad esempio in caso di cassonetti rotti o abbandoni), consultare il calendario delle raccolte porta a porta della propria zona e prenotare anche il ritiro gratuito a domicilio di rifiuti ingombranti.