Rimozione delle panchine in piazza Baracca

Partiti i lavori volti ad incrementare la sicurezza di un luogo che apre le porte al centro della città

Hanno preso il via i lavori, come la rimozione delle panchine, che danno seguito all’annuncio giunto nei mesi scorsi da parte del vicesindaco e assessore alla sicurezza, Eugenio Fusignani, di una riqualificazione di piazza Baracca volta ad incrementarne la sicurezza.

Da diverso tempo i cittadini e gli abitanti del quartiere chiedevano a gran voce modifiche strutturali ed interventi volti a rendere l’area più sicura dopo aver visto l’aumento di fenomeni di degrado come lo spaccio, il bivacco e l’abbandono di rifiuti che non rendono certo onore a un luogo che apre le porte al centro storico di Ravenna.

Inoltre, dal 15 novembre, è in vigore un’ordinanza che vieta il consumo di bevande alcoliche in qualsiasi contenitore (ad eccezione delle aree di pertinenza degli “esercizi pubblici di somministrazione bevande”, “esercizi commerciali” e “attività artigianali del settore alimentare”) e quello di alimenti e bevande in genere in bottiglie di vetro e lattine nell’ambito della zona di piazza Baracca, porta Adriana e dei tratti iniziali di via Maggiore (tra porta Adriana e le vie Fiume Montone Abbandonato e San Gaetanino) e di via Cavour (tra porta Adriana e le vie Barbiani e Manfredo Fanti) dove è inoltre vietato abbandonare bottiglie di vetro, lattine e contenitori in genere. La sanzione prevista in caso di violazioni è di 200 euro.

L’ordinanza e gli interventi messi in atto arrivano per contrastare il degrado che sempre più viene denunciato dai residentischiamazzi fra ubriachi in piena notteatti vandalici, spaccio, bivacco e abbandono di rifiuti (anche molto ingombranti), nonché due episodi di accoltellamenti (uno il 4 dicembre 2021 e uno, più recente, il 19 ottobre 2022) non rendono certo onore a un luogo che apre le porte al centro storico di Ravenna e, soprattutto, non danno ai cittadini quel senso si sicurezza che spetta loro.