Uno degli investigatori della polizia locale al lavopro per risalire agli autori

Un artigiano edile di 30 anni denunciato dalla polizia locale dell’Unione

A fine novembre nel negozio di abbigliamento Scout di faenza, in corso Mazzini, era stato consumato un furto con destrezza. L’uomo, uno straniero, dopo essere entrato in uno dei camerini di prova, aveva indossato alcuni indumenti presi dagli scaffali sotto a quelli che portava ed è uscito dal negozio senza pagare.

Malgrado fosse scattato l’allarme e alcuni dipendenti avessero inseguito il ladro, questi era riuscito a far perdere le sue tracce.

Dopo la denuncia sporta al Comando della polizia locale dell’Unione della Romagna Faentina, gli agenti, nell’esaminare le immagini delle telecamere a circuito chiuso, hanno memorizzato la fisionomia. Nei giorni successivi i vigili hanno compiuto un’attività di ricerca nei luoghi frequentati abitualmente da cittadini stranieri riuscendo a rintracciare l’uomo che risultato essere un 30enne originario della Tunisia, in regola con il permesso di soggiorno e residente a Faenza, denunciato a piede libero per furto aggravato.