(Foto Shutterstock.com)

All’incrocio fra viale Berlinguer e le vie Sighinolfi e Fontana

Per migliorare la viabilità e la sicurezza dell’incrocio tra viale Berlinguer e le vie Sighinolfi e Fontana sarà realizzata una rotatoria. La Giunta ha deliberato il progetto di fattibilità tecnica ed economica e definitivo-esecutivo per un impegno di 750mila euro.

L’area oggetto dell’intervento è caratterizzata dalla presenza di diversi luoghi che generano un importante transito di veicoli: uffici comunali, Questura, Polizia stradale, esercizi commerciali di varia tipologia. L’intera area, comprese le vie Marzabotto e Cassino, sono interessate anche dalla presenza del mercato ambulante nei giorni di mercoledì e sabato, del maggior polo scolastico della città e dallo stadio comunale. Inoltre, nelle immediate vicinanze si trovano il polo ospedaliero, il comando provinciale dei Vigili del fuoco e il Tribunale quali attrattori di viabilità. Il progetto ha quindi l’obiettivo di facilitare e velocizzare le immissioni veicolari in corrispondenza dell’intersezione prospicenti viale Berlinguer anche nei giorni di maggior flusso di traffico.

Oltre alla rotatoria saranno migliorati anche gli attraversamenti pedonali. Nello specifico, in corrispondenza di quello esistente di fronte a Engim Emilia-Romagna, è prevista la realizzazione di un’isola salvagente e l’attraversamento della carreggiata sarà dotato del sistema Sicurled, già utilizzato in altre situazioni in città, che lo illuminerà efficacemente. Nel tratto di viale Berlinguer compreso tra via Marconi e via Fontana, dove sono già presenti due attraversamenti pedonali in corrispondenza delle intersezioni con tali vie, viene introdotto un ulteriore attraversamento pedonale in asse all’aiuola spartitraffico. Anche in questo caso viene realizzata un’isola salvagente dotata di Sicurled.

“L’intera opera – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Federica Del Conte – avrà un positivo effetto dovuto alla riduzione dell’incidentalità e una maggiore protezione delle utenze deboli, come pedoni e ciclisti, e riteniamo che produrrà una serie di vantaggi secondari come la diminuzione delle emissioni inquinati e la riduzione dell’inquinamento acustico grazie alla maggiore fluidità del traffico veicolare e la riduzione della velocità media; la semplificazione della segnaletica verticale ne ridurrà l’ingombro facilitandone la comprensione; sarà possibili invertire il senso di marcia senza compiere manovre pericolose e non consentite”.

A breve verranno avviate le procedure per l’indizione della gara d’appalto.