Foto alla fermata di Santa Lucia delle Spianate per il battesimo della Linea 192

Cinquanta i primi ‘clienti’ dalla frazione di Faenza verso il centro. “La sfida sarà far lasciare l’auto a casa ai residenti”

Una cinquantina di utenti hanno tenuto a battesimo questa mattina la ‘192’, la nuova linea di trasporto pubblico che collega la frazione di Santa Lucia alla città.

La soluzione, annunciata con una conferenza stampa nelle scorse settimane, è arrivata ad essere operativa grazie al lavoro portato avanti dall’amministrazione comunale con l’Agenzia mobilità regionale (AMR), il Coerbus e Mete che, raccogliendo le richieste dei residenti, hanno coniugato una proposta poi elaborata dagli uffici della mobilità del Comune di Faenza. I tecnici hanno quindi studiato due percorsi, uno che collega la frazione direttamente con la città e l’altro che comprende via San Mamante e via San Martino, con fermate in prossimità di diversi punti strategici di Faenza: i plessi scolastici, la stazione ferroviaria, l’ospedale e i centri sportivi, tra questi, per la prima volta in assoluto, quello della Graziola, dando, in questo caso, risposta alle richieste da parte delle società sportive e delle famiglie di ragazzi che frequentano i campi di allenamento. Una proposta che integra, con le altre linee di trasporto pubblico già presenti, l’offerta della mobilità sostenibile.

L’attivazione della nuova linea di trasporto pubblico da Santa Lucia darà dunque l’opportunità di poter utilizzare l’autobus, a seconda delle loro esigenze e in diversi orari della giornata, oltre che dagli studenti, per andare e tornare da scuola, anche dai residenti di Santa Lucia che quindi potranno recarsi in città, accompagnare i figli alle diverse attività sportive. Ma la Linea 192 sarà anche un collegamento ideale anche per chi, dal centro, avrà necessità di recarsi nelle zone di piazzale Pancrazi e la Graziola senza la necessità di spostare l’automobile. La nuova linea durante la giornata effettua diverse corse, questo per coprire al meglio le esigenze non solo degli studenti ma per offrire un servizio di mobilità a costi ridottissimi, senza l’assillo della ricerca del parcheggio in centro.  

Con l’istituzione della Linea 192 l’amministrazione centra così uno degli obiettivi che si era prefissata sul tema della mobilità sostenibile, incentivando maggiormente l’uso di mezzi pubblici.

Questa mattina per la prima corsa dei due mezzi alla volta della città, il sindaco Massimo Isola, accompagnato dalle assessore Milena Barzaglia, Martina Laghi e Federica Rosetti, hanno salutato i primi utenti saliti alle fermate. 

“La grande sfida -spiega una delle promotrici dell’iniziativa e componente del Comitato che ha chiesto a gran voce il collegamento- sarà quella di fa capire ai residenti di Santa Lucia ma anche quelli di via San Mamante e via San Martino che lasciando l’auto a casa si potrà tranquillamente arrivare in città, senza avere l’assillo del trovare parcheggio. Questo non è solo un servizio per gli studenti ma per la nostra intera comunità che dopo anni ha finalmente un collegamento pubblico. Ci piacerebbe poi che in primavera tanti faentini prendessero l’autobus per venire a passare qualche ora nelle nostre zone, magari in una delle tante strutture e cantine della zona, così che questo collegamento possa avere anche una valenza turistica. Non è poi da dimenticare l’importanza che potrà avere la Linea 192 per gli stessi faentini, in particolare quelli che frequentano il centro sportivo della Graziola dove potranno recarsi senza spostare l’auto”.

Informazioni, tragitti, fermate e orari alla pagina del Comune di Faenza al link: Dal 9 gennaio attiva la nuova linea di trasporto pubblico / Archivio Notizie / Home – Sito Ufficiale del Comune di Faenza