Sopralluogo dei Carabinieri del Ris di parma in via Barignano a Castel Bolognese dove il 30 ottobre fu ritrovato il corpo di Felice Orlando

I militari del Reparto analisi scientifiche arrivati da Parma e coadiuvati dal personale del Reparto Operativo di Ravenna nelle campagne per ricostruire la scena in 3D dove è stato trovato il corpo di Felice Orlando

A distanza di oltre due mesi nel pomeriggio di giovedì i carabinieri della scientifica hanno effettuato un nuovo sopralluogo in via Barignano, nelle campagne adiacenti l’abitato di Castel Bolognese, dove la domenica del 30 ottobre venne rinvenuto il corpo del 49enne Felice Orlando colpito da due colpi d’arma da fuoco, uno alla schiena e uno alla nuca. L’arma del delitto, verosimilmente un fucile da caccia calibro 12 non è stata ancora ritrovata. Il fucile potrebbe essere stato distrutto o abbandonato ma non è escluso che possa essere ancora in possesso nelle mani dell’assassino. Per questo motivo, a poche settimane dal delitto i carabinieri hanno passato al setaccio centinaia di Porto d’armi in possesso dai cacciatori della zona e le loro relative armi. La ricerca però, visto che ancora nel Registro degli indagati non è stato iscritto nessuno, non deve aver prodotto alcun esito.