Daniela Poggiali (foto di repertorio)

Il ricorso è stato dichiarato inammissibile, l’assoluzione è definitiva

La Prima sezione penale della Cassazione ha confermato l’assoluzione di Daniela Poggiali, l’ex infermiera accusata dell’omicidio, con un’iniezione letale, di una paziente di 78 anni, Rosa Calderoni, deceduta l’8 aprile 2014. A darne notizia l’Ansa Emilia-Romagna.

È stato così convalidato il verdetto emesso dalla Corte di Assise di Appello di Bologna il 25 ottobre 2021, nel processo ter in quanto il ricorso è stato dichiarato inammissibile.