Via Bonifica (foto da Google Maps)

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione al via lunedì 20 marzo

È in programma per lunedì, 20 marzo, l’inizio dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione di via Bonifica, nel tratto tra Porto Fuori e Lido Adriano, che prevedono l’allargamento della sede stradale da circa cinque metri a sette e mezzo per un tratto di circa quattro chilometri e la contestuale realizzazione di un percorso ciclabile su corsia riservata, largo due metri e mezzo e protetto da un cordolo di cinquanta centimetri. L’investimento per la realizzazione dell’intervento ammonta complessivamente a 3 milioni e 300mila euro. La durata contrattuale complessiva dei lavori è di un anno e mezzo.

“Via Bonifica – sottolineano il sindaco Michele de Pascale e l’assessora ai Lavori pubblici Federica Del Conte – è l’unico collegamento tra gli abitati di Porto Fuori e Lido Adriano e quella di renderla più sicura e adeguata ai flussi di traffico che la attraversano, in particolare nel periodo estivo, è una necessità imprescindibile. Questo intervento di riqualificazione rappresenta una risposta concreta sia alle esigenze del territorio che a quelle del comparto turistico. L’investimento economico è notevole, ma proprio per l’importanza dell’obiettivo non abbiamo esitato a metterlo in campo. Anche la complessità dei lavori sarà alta, ma anche in questo caso a prevalere nei ragionamenti che sono stati fatti è stata l’esigenza di sicurezza e funzionalità. Ovviamente l’attenzione nella gestione delle tempistiche di cantiere sarà massima, in modo da cercare di creare meno disagi possibile. In tutte le situazioni che lo consentiranno saranno istituiti dei sensi unici alternati, in modo tale da mantenere la strada aperta; e in ogni caso i periodi di chiusura saranno previsti al di fuori della stagione estiva e delle festività di Pasqua e primavera. Siamo certi che da parte della popolazione ci sarà la massima comprensione, così come finora è stato fondamentale l’apporto delle varie rappresentanze della comunità locale, come i Consigli territoriali Darsena e del Mare, la pro loco di Lido Adriano e il comitato cittadino di Porto Fuori, e dei residenti, che hanno compreso come gli espropri e i disagi che i lavori hanno provocato e provocheranno sono propedeutici all’avere una strada più sicura e adeguata”.

I lavori inizieranno all’altezza del civico 90 e proseguiranno in direzione di Lido Adriano. Durante la realizzazione dei primi interventi la strada rimarrà sempre aperta, in quanto sarà sufficiente istituire dei sensi unici alternati, a tratti, regolati da semaforo da cantiere. Soprattutto nelle ore di punta saranno però comunque comprensibilmente possibili, vista la portata dell’intervento, disagi e rallentamenti. Analogamente, sempre dalla prossima settimana, saranno istituiti dei sensi unici alternati per consentire la realizzazione di alcuni interventi da parte di Open Fiber, sotto il dosso e sotto il ponticello sullo scolo Acque Basse, opere necessarie per l’eliminazione di interferenze quindi propedeutiche ai successivi lavori di ristrutturazione e riqualificazione della strada.

La necessità di chiusura della strada per certe lavorazioni più complesse o più difficoltose dal punto di vista della sicurezza sarà comunicata per tempo alla cittadinanza e all’utenza anche con apposita cartellonistica di deviazione. Il transito sarà comunque sempre garantito ai residenti e ai lavoratori delle aziende agricole presenti lungo la via. I lavori che richiederanno la chiusura della strada saranno in ogni caso programmati al di fuori del periodo estivo nel quale si lavorerà sempre a strada aperta (con sensi unici alternati).

L’intervento è complesso perché lungo il percorso ci sono diversi manufatti, ad esempio il ponticello sullo scolo della Gabbia e quello sullo scolo Acque Basse, o sottoservizi, come linee elettriche e telefoniche, impianti fognari, rete dell’acquedotto, metanodotti, per i quali saranno necessari rifacimenti, spostamenti o interramenti.

Nel complesso i lavori riguarderanno tutto il tratto che va dalle ultime case dell’abitato di Porto Fuori fino alla rotonda Porta d’Oriente a Lido Adriano

Piu nello specifico, partendo da Porto Fuori, si procederà alla sistemazione della fascia laterale sterrata esistente realizzando un percorso protetto attraverso la posa di un cordolo e la ribitumatura della fascia stessa.

Dalla fine del centro abitato, procedendo verso il mare, comincia poi l’intervento di allargamento e creazione del percorso ciclabile. Quest’ultimo sarà realizzato in un primo tratto sul lato sud della strada per poi passare dalla parte opposta, in corrispondenza del primo nucleo di case, dove la fascia di terreno di proprietà comunale è più ampia e già tombata. L’attraversamento sarà regolato da un semaforo a chiamata con appositi apparecchi illuminanti a Led. Questo, oltre a consentire ai ciclisti di attraversare nella massima sicurezza, costituisce anche un deterrente al fine di rallentare la velocità dei mezzi che provengono da lunghi rettilinei.

Dopo il gruppo di case che si trovano sull’unica curva della via Bonifica, si prevede di predisporre, da entrambi i lati, una piazzola per la fermata degli autobus con pensilina e rastrelliere per le biciclette.

Dopo la curva è presente un rettilineo che interseca il Canale della Gabbia, oggi dismesso, di proprietà comunale, ma in gestione al Consorzio di bonifica e sul quale è presente un dosso piuttosto evidente. La strada in quel punto è molto stretta e ci sono problemi di visibilità. L’intervento prevede la demolizione dell’intero manufatto. La quota stradale sarà abbassata nel punto massimo di circa 90 centimetri al fine di eliminare in gran parte il dosso. In questo punto la condotta dell’acquedotto e i cavi della Telecom saranno spostati e reinterrati. Ulteriori manufatti (centralina Hera, rete fognaria, metanodotto, ecc) che si incontrano successivamente a lato della strada necessitano di particolari interventi come spostamenti o interramenti.

Più importante sarà il lavoro che interesserà il ponticello sullo scolo Acque basse che dovrà essere totalmente rifatto. Sarà posato uno scatolare prefabbricato in calcestruzzo.

A 650 metri dallo scolo si arriva all’abitato di Lido Adriano. La strada si allarga, pertanto si considera di occupare in parte anche la sede stradale per la pista ciclabile fino a terminare l’intervento prima del distributore. Qui si predisporrà un attraversamento pedonale con sistema illuminante di sicurezza denominato Sicurled, saranno meglio materializzate le aiuole spartitraffico esistenti, rafforzata la segnaletica orizzontale in quanto questo punto di transizione tra extraurbano e urbano può rappresentare un punto di pericolosità. La pista ciclabile proseguirà sul marciapiede esistente che sarà allargato di un metro fino all’ingresso del supermercato Lidl su viale Manzoni. Dalla parte opposta, invece, sarà realizzato un tratto di marciapiede che dal distributore arriverà fino alla rotonda e dove sarà posizionata anche una nuova piazzola per la fermata degli autobus.

Per quanto riguarda le opere di illuminazione pubblica si manterrà in esercizio l’impianto esistente nel tratto in curva e nei tratti di accesso ai centri abitati di Porto Fuori e Lido Adriano. Saranno implementati gli impianti esistenti e realizzati nuovi impianti in corrispondenza di tutti i nuclei di case sparse e nelle zone interessate dai nuovi attraversamenti pedonali/ciclabili, con l’adozione di specifici sistemi integrati di illuminazione e segnaletica lampeggiante (sistema tipo SicurLed). Lungo tutta via Bonifica saranno posate due tubazioni per ampliamenti futuri o per la posa di altre infrastrutture.

Nell’ottica di valorizzare il paesaggio circostante, creando anche un percorso piacevole per l’utente, si realizzerà un filtro verde attraverso la piantumazione di macchie di arbusti in tutto il tratto di pista ciclabile lato nord.